Anche ad Osimo niente alleanze del Movimento 5 Stelle con i partiti tradizionali

4' di lettura 01/03/2013 - Il risultato del M5S ad Osimo sia al Senato che alla Camera è stato tra i più alti delle Marche. Al Senato ha ottenuto 6.710 voti pari al 34,70%, distanziando il PD seconda forza politica col 27,5%. Alla Camera i risultati sono ancora più lusinghieri con 7.739 voti ottenuti, pari al 36,75%, contro il 25,26% del PD. Ciò denota una enorme adesione al Movimento 5 Stelle dei giovani (circa 3 su 4 hanno votato per il Movimento).

Ringraziamo i nostri elettori osimani e tutti quelli che hanno creduto nel Movimento 5 Stelle. Siamo commossi da tanta dimostrazione di fiducia e di affetto, e ce la metteremo tutta per non tradire le aspettative che gli osimani e più in generale gli italiani hanno riposto in noi.

L'analisi di questa grande adesione potrà essere approfondita con maggiore cognizione di causa in seguito, ma già da ora possiamo formulare alcune considerazioni: Una parte sostanziosa del nostro elettorato proviene dai delusi del centro-sinistra amareggiati dalla gestione dei partiti, poco trasparente, verticistica, sprezzante della giustizia sociale, indifferente alle esigenze dei lavoratori e dei più deboli. Un altro serbatoio di voti viene dall'area ambientalista e dai vari comitati spontanei di impegno civico sorti per contrastare gli abusi contro l'ambiente e il territorio perpetrati con la connivenza delle amministrazioni locali.

Inoltre sono da considerare i molti voti provenienti dai cosiddetti astensionisti, cioè quei cittadini che da tempo non andavano a votare poiché disgustati dalla vecchia politica. Anche una componente dei conservatori, delusi dalle promesse 'improbabili' del centro-destra che ha avallato la politica fiscale dissennata del governo Monti per poi fare il voltafaccia all'ultimo momento, ha abbracciato le istanze pragmatiche del Movimento 5 Stelle che ha tra i suoi obbiettivi fondamentali il salvataggio della piccola e media impresa, spina dorsale dell'economia del nostro Paese. Infine, alcuni nostri concittadini esasperati dalla perdita del lavoro, dall'assurdità di fenomeni come quello degli 'esodati', dall'aumento delle tariffe e delle imposte, hanno riposto le loro ultime speranze nel Movimento.

Il Movimento 5 Stelle è prima di tutto una rivoluzione sociale, culturale e civile di tipo pacifico, caratterizzata da un nuovo approccio alla politica, dove i cittadini si fanno Stato ed entrano direttamente nelle istituzioni. Il Movimento è totalmente democratico e non ha alcun leader: lo stesso Beppe Grillo, per quanto figura carismatica di riferimento, è soltanto un megafono del Movimento, mentre i nostri parlamentari saranno i portavoce della base attiva e partecipata composta da semplici cittadini. La piramide è ribaltata: è il rappresentante in Parlamento che è al servizio della collettività e non il contrario!.

La nostra forza sarà proprio questa: 162 portavoce all'interno del Parlamento sostenuti da milioni di cittadini all'esterno, che possono (e debbono!) contribuire con la propria partecipazione diretta alla soluzione delle problematiche che attanagliano il nostro Paese. L'utilizzo della piattaforma informatica e dei nuovi media (internet innanzitutto) sarà il pilastro portante del collegamento diretto e immediato tra i cittadini di tutta Italia e i propri portavoce nelle istituzioni.

Anche ad Osimo troveremo delle forme di partecipazione diretta attraverso il coinvolgimento di tutti i concittadini. I partiti spesso sono stati coinvolti in scandali, corruzioni e in una gestione clientelare della cosa pubblica. Hanno fatto gli interessi di gruppi di potere nazionali e sovra nazionali (spesso anche criminali) a discapito della collettività, calpestando i diritti dei cittadini e portando il popolo italiano nel baratro. I loro esponenti hanno mirato a mantenere la poltrona attraverso una rete di amicizie e clientelismo, e non sono stati disposti a rinunciare neanche al più piccolo dei privilegi della casta, con un atteggiamento parassitario e indifferente nei confronti delle sorti dei propri concittadini e del Paese tutto.

Consapevole di questo dato di fatto storico e inequivocabile, il Movimento 5 Stelle Osimo non farà alleanze preconfezionate con nessuna delle forze politiche esistenti, assicurando però il proprio contributo nella ricerca di una soluzione a questioni specifiche che avessero bisogno di una collaborazione e di una sincera comunione di intenti per essere affrontate efficacemente e risolte. Ovviamente la natura stessa del Movimento e gli ideali che ci guidano, ci porteranno a combattere strenuamente ogni gestione della politica di tipo personalistico: chi dovrà amministrare la cosa pubblica lo farà al servizio della collettività in maniera imparziale, senza clientelismi né abusi di alcun genere, assolvendo a questo compito per un periodo non superiore a due legislature. Va da sé che non devono esistere politici di professione.

Chi ha già svolto attività politica da lunga data, ha già fornito il proprio contributo. L'affidabilità politica si misura sull'attenzione rivolta al bene comune e non all'interesse personale: non diamo pertanto alcuna fiducia a chi non ha lasciato e non vuole lasciare l'incarico politico dopo due legislature, (figurarsi dopo una militanza politica ancora più lunga). Due legislature infatti sono più che sufficienti per svolgere adeguatamente il proprio servizio a favore della collettività.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-03-2013 alle 22:00 sul giornale del 02 marzo 2013 - 1184 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, voto, analisi, Movimento 5 Stelle, politiche, Movimento 5 Stelle Osimo, alleanze

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/J9e





logoEV