Presunto nullatenente, cittadino nigeriano avrebbe nascosto al fisco 21 milioni di euro

1' di lettura 28/02/2013 - Evasione fiscale per 21 milioni di euro scoperta dalla Guardia di Finanza di Osimo. L’avrebbe perpetrata un nigeriano titolare di una ditta individuale con sede europea proprio ad Osimo e attiva nel commercio di carbone verso l’estero.

In particolare in paesi quali Germania, Olanda, Belgio e Spagna. Il cittadino nigeriano, ufficialmente indigente, è titolare da molti anni di un alloggio popolare . Oltre all’appartamento, l’uomo, laureato e residente in città da 20 anni, godeva di prestazioni sociali agevolate ottenute dal Comune in quanto ritenuto incapiente : circa 8.500 euro in assegni familiari e contributi vari.

Il nigeriano peraltro era già noto ai finanzieri per aver tentato di imbarcarsi dall'aeroporto di Malpensa per il suo Paese con 41 mila dollari americani e 6 mila euro in contanti senza dichiararli. Successivi controlli bancari sui suoi conti correnti in Italia hanno dimostrato che l’uomo, lungi dall’esser povero, movimentava parecchi soldi.

In definitiva, fra il 2003 e il 2011 la società non ha mai presentato dichiarazioni fiscali in Italia né pagato le imposte, nascondendo al fisco un imponibile per 21 milioni di euro. L'immigrato è stato denunciato per omessa presentazione di dichiarazioni fiscali e per l'indebita percezione di contributi e prestazioni sociali agevolate.






Questo è un articolo pubblicato il 28-02-2013 alle 17:39 sul giornale del 01 marzo 2013 - 801 letture

In questo articolo si parla di cronaca, osimo, guardia di finanza, vivere osimo, evasione fiscale, roberto rinaldi, nigeriano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/J5s