Manifesti imbrattati, Rivoluzione Civile denuncia le scorrettezze del Movimento 5 Stelle

rivoluzione civile 13/02/2013 - Sgradita sorpresa per i militanti di Rivoluzione Civile impegnati nella campagna elettorale a sostegno del candidato premier Antonio Ingroia.

Martedì sera, durante il periodico giro di attacchinaggio, alcuni di loro hanno constatato che le bacheche e i manifesti posizionati davanti alla scuola Marta Russo in via Aldo Moro, erano stati imbrattati con la scritta “Grillo presidente”.

“Riteniamo il gesto piuttosto grave – spiegano gli esponenti osimani di Rivoluzione Civile – soprattutto se realizzato da chi si erige a campione della moralità e della legalità come Grillo e i grillini. Al di là delle schermaglie elettorali e dei piccoli dispettucci tra forze politiche che possono manifestarsi anche in queste forme, ci offende e ci indigna lo sfregio arrecato ad Antonio Ingroia, una figura simbolo dell’impegno istituzionale e sociale contro la mafia e la malavita organizzata, non certo un comico strillone privo di proposta politica che scambia la radicalità con la maleducazione. Crediamo che Ingroia e la sua storia, meritino rispetto. Un conto è non condividerne le idee, un altro è offenderne l’immagine. Purtroppoo, giorno dopo giorno, i grillini dimostrano quanto scarsa sia la loro sensibilità democratica. Evidentemente le aperture ai fascisti di Casapound del comico più famoso d’Italia non sono state casuali…”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-02-2013 alle 18:19 sul giornale del 14 febbraio 2013 - 2718 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, Rivoluzione Civile Osimo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/JqP


Fatemi capire: uno trova un manifesto imbrattatto con la scritta "Grillo presidente" e, senza aver colto alcun grillino in flagranza, dà automaticamente la colpa ai grillini? Ma non vi è passato neanche un attimo per la mente che potrebbe essere stato chiunque, al solo scopo di accendere la provocazione e creare tensione fra le due formazioni politiche? Se Rivoluzione Civile è in possesso delle prove che dimostrino inequivocabilmente che siano stati i grillini gli autori di quel gesto, le tiri fuori subito.

Caro Mirco, se c'è scritto "Grillo Presidente" come puoi vedere dalla foto sotto il sospetto è legittimo, dato che noi agiamo sul piano della critica politica e non certo della cronaca giudiziaria.
Soprattutto, volevamo sottolineare la grande incoerenza dello stesso Grillo, che lunedì scorso dalla sua pagina facebook personale aveva attaccato Rivoluzione Civile sostenendo che in varie realtà italiane avevamo occupato abusivamente spazi elettorali del M5S. Se si predica bene, poi non bisogna razzolare male...

Saluti Cordiali
Roberto

mike Utente Vip

15 febbraio, 01:22
Chiunque l'abbia fatto, come ho già scritto su altri siti, deve essere consapevole che il gesto di una protesta è sempre legittimo,ma il cancellare gli altri simboli è semplicemente antidemocratico. Michelangelo Tumini Coordinatore S.E.L. Circolo di Osimo,Offagna,Castelfidardo,Loreto.

Giorgio Gioacchini

15 febbraio, 09:10
Spero episodi del genere non debbano più ripetersi.Mettiamoci una pietra(anzi, un manifesto nuovo sopra!)e non pensiamoci più!La figura di Ingroia è sinonimo di onestà e impegno civico che l'autore del gesto non conosce minimamente.Ognuno vede le proprie scelte politiche come migliori delle altre, ma ciò non pregiudica la libertà,soprattutto in campagna elettorale, di divulgare le proprie idee.Che l'antipolitica di qualche presunto "grillino" nottambulo non diventi un modo di intendere la politica in questo modo, tentando cioè di silenziare gli avversari politici come ad esempio fatto da casapound con Ruotolo a civita castellana.

lucrezio

15 febbraio, 17:03
senza voler entrare nella polimica Ingroiani / grillini e, soprattutto senza voler esprimere commenti di natura politica, a quanto mi ricordo in un recente passato anche i manifesti del PDL venivano costantemente imbrattati e la figura del loro candidato alla presidenza del consiglio veniva costantemente ornata con un bollino rosso.
insomma mi sembra che nel caso di specie la questione sia un pò sfuggita di mano ai sostenitori di Rivoluzione Civile rendendo il fatot più grosso di quel che è.
Saluti