Loreto: Premio Letterario Sangallo, vincono Mauro Domenella, Valeria Forconi e Romina Leoni

02/12/2012 - Mauro Domenella, Valeria Forconi e Romina Leoni: sono loro i vincitori della seconda edizione del Premio letterario nazionale di narrativa e poesia “Bastione Sangallo”, indetto dalla Controvento Editrice, in collaborazione e con il patrocinio del Comune di Loreto – Assessorato alla Cultura, della Fondazione Cassa di Risparmio di Loreto e della Tecnostampa s.r.l.

La cerimonia di premiazione si è svolta sabato, presso la Sala Consilare del Comune, alla presenza del sindaco di Loreto, Paolo Niccoletti, dell’Assessore alla Cultura Maria Teresa Schiavoni ,che hanno sottolineato “ l’importanza di tale iniziativa che contribuisce ad arricchire l’intera comunità”, ma anche della dott.ssa Ancilla Tombolini, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Loreto che ha ribadito “ la necessità di investire nella cultura perché questa migliora le persone, la città e può contribuire a trascinare e promuovere l’economia anche in tempi difficili come questi”.

Ad annunciare i nomi dei vincitori e le motivazioni dell’assegnazione di questo Premio, ideato con la finalità di stimolare la creatività di autori esordienti, sia nel campo della narrativa che in quello della poesia, sono stati Anna Maria Ragaini e Vincenzo Olivieri, giornalista ed editore della Controvento Editrice.

Ad aggiudicarsi il primo premio per la sezione “Racconto per ragazzi” sono state Valeria Forconi e Romina Leoni con “Ciccio e Doremi”, una storia semplice, presentata con garbo e illustrato con immagini vivaci e stimolanti. “Il testo - hanno spiegato i componenti della commissione che ha valutato le opere - giocato sulle rime, contribuisce a rendere il racconto particolarmente adatto ai bambini”.

Per quanto riguarda la sezione “poesia” il primo premio è stato assegnato a Mauro Domenella con la sua raccolta “Lampi di Fiaccola. “ Le sue poesie - ha sottolineato la giuria – parlano d’amore e, dal primo verso, riescono a trasmettere il senso di emozioni e sentimenti che non sembrano mai corrotti dal desiderio di finzione o dal tentativo di emulare immagini ampollose, intrise di retorica e artificiose. Ciò che ispira l’autore non è un oggetto d’amore, bensì un soggetto da amare, vero e reale, percepito nella quotidianità dell’esistenza, nella quale ogni giorno si rinnova il piacere di una vita intensamente vissuta”.

Ai vincitori è stata consegnata una targa ricordo del Comune di Loreto, insieme alla pubblicazione dell’opera vincitrice e al suo inserimento nel catalogo di Controvento Editrice.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-12-2012 alle 15:45 sul giornale del 03 dicembre 2012 - 1345 letture

In questo articolo si parla di attualità, poesia, loreto, comune di loreto, narrattiva, premio letterario bastione sangallo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/GLz