Latini in merito al problema dei Cinghiali, 'L'emergenza c'è e va risolta nell'immediato'

cinghiale 1' di lettura 03/10/2012 - Pieno sostegno e massima disponibilità alla Coldiretti, per l’allarme che lancia in merito alle incursioni dei cinghiali, che oggi rappresentano una vera emergenza nella Regione Marche, che causa danni molto ingenti alle persone e all'agricoltura.

L'emergenza c'è e va risolta nell'immediato attraverso sistemi di controllo e di prevenzione volti alla tutela delle persone, delle colture, dell' ambiente e delle altre popolazioni selvatiche. Va fermata la proliferazione dei cinghiali, ma per fare questo occorre anche rivedere le regole nelle aree protette, ed è per questo che una proposta di legge sta per essere da me presentata.

Non è possibile continuare a permettere che i cinghiali colpiscano e si rifugino poi all'interno dei parchi dove possono muoversi indisturbati”. Solo attraverso una seria e restrittiva politica possiano raggiungere i risultati che ancora oggi non riusciamo ancora ad ottenere.


da Dino Latini
Capogruppo Assemblea Legislativa




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-10-2012 alle 19:19 sul giornale del 04 ottobre 2012 - 2024 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, ancona, dino latini, Assemblea legislativa delle Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/EwF


"Non è possibile continuare a permettere che i cinghiali colpiscano e si rifugino poi all'interno dei parchi dove possono muoversi indisturbati”. Solo attraverso una seria e restrittiva politica possiano raggiungere i risultati che ancora oggi non riusciamo ancora ad ottenere."
....piano piano, cominciamo a capire i problemi, era ora che qualcuno intervenisse. Sentirai che polverone gli anticaccia & c. ahahahahahahah.

Floriano Schiavoni

04 ottobre, 06:30
Tutti siamod'accordo che i cinghiali sono un problema.
Come si spiega allora che il calendario venatorio è stato impugnato per ridurre le giornate di caccia al cinghiale!
Non è ora di mandare a casa chi prende queste decisioni?

fausto giuliodori

04 ottobre, 08:21
Meno male che oggi è venuto fuori il problema dei cinghiali e così il "buon" Dino ci si è fiondato.Come per il problema dei gruppi in regione con un solo componente e finanziamenti stratosferici anche i cinghiali fanno danni da anni e lo hanno potuto fare perchè tutti,eccetto i danneggiati, se ne sono fregati compreso Dino Latini. Ma ora le elezioni sono vicine e bisogna fare proseliti per poter fare la Marcia su Roma.
Mi domando cosa domani troverà il "nostro" rampante politico per apparire nuovamente.....

NICOLO' RUGGERI

04 ottobre, 09:21
il problema esiste ed e' serio sia per le attivita' agricole che per la viabilita'.
La cosa piu' scandalosa e' che le istituzioni oltre a non risolverti i problemi te lo impediscono come il PARCO DEL CONERO che ha inserito nel suo regolamento il divieto di realizzare recinzioni.
Allora come faccio? non gli posso sparare non gli posso impedire di entrare nella mia proprieta' (che stamo a giocare?)e il Parco quando non ti indennizza perche' non hai la recinzione (che presa in giro!!!!!!)

Il Circolo delle Cacciatrici di Dote ha espresso invece preoccupazione per il futuro del daino. La segretaria del circolo, Selva Gina, si è detta favorevole all’abbattimento degli animali da pennello perché troppo voraci, e quindi il daino e quelli che stanno intorno a lui non possono più mangiare come una volta.

Pensare di continuare a votare certi personaggi è peccato mortale; la chiesa, come per i divorziati, non impartirà più loro la comunione.
Perciò "bravi cristià, la prossma volta statece attente, sennò finirete dritti dritti all'inferno".




logoEV