Lavoro in nero e norme di sicurezza non rispettate, arrestato imprenditore cinese

Caserma dei carabinieri 1' di lettura 04/03/2012 - Operai costretti a lavorare in orari prolungati e senza le necessarie misure di sicurezza in un laboratorio di confezioni. Finisce nei guai il titolare, un cittadino cinese di 52 anni.

Lin Xiaoqiu (questo il nome dell’imprenditore) è stato denunciato dai Carabinieri di Osimo per violazioni del Decreto Sicurezza del lavoro e dei lavoratori. Non solo: è inoltre accusato di favoreggiamento dell’immgrazione clandestina.

Alle ore 21 di sabato sera, infatti, le forze dell’ordine hanno infatto fatto irruzione all’interno del laboratorio di via Paolo VI, una via secondaria parallela a via Fonte Magna, a due passi da piazza Boccolino. Una volta entrati, i Carabinieri hanno constato le violazioni alle norme di sicurezza ed hanno inoltre identificato un operaio clandestino ed altri due assunti “in nero”.






Questo è un articolo pubblicato il 04-03-2012 alle 16:25 sul giornale del 05 marzo 2012 - 597 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, lavoro nero, emanuele barletta, arresto osimo, notizie osimo, cronaca osimo, carabinieri osimo, cronaca marche, imprenditore cinese

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/v20