Addio a Dulbecco, il ricordo di Gianfranco Buccelli

25/02/2012 - Ho un ricordo molto particolare del Prof. Dulbecco, in occasione della sua presenza ad Osimo, che mi permetto di raccontare.

Sapendolo estimatore del buon vino, feci predisporre per la cena una bottiglia molto particolare del nostro Rosso Conero.
Purtroppo mancai di assaggiarlo e quando, avendolo decantato come un sublime prodotto della nostra terra, chiesi un’opinione al Professore questi, con un sorriso, mi annunciò: “Sa lievemente di tappo”.
Lascio immaginare il mio imbarazzo.

Passarono alcuni mesi da quella sera, ed un giorno vidi recapitarmi una lettera per “Via Aerea” dagli Stati Uniti.Il contenuto era questo:

Carissimo dottore,

qualche sera fa ho avuto ospiti a cena alcuni colleghi cui ho trionfalmente offerto del vino italiano. Purtroppo tutte le bottiglie sapevano di tappo.

Questa è stata l’occasione gradita per rammentarmi di lei e della bellissima serata trascorsa assieme della quale conservo un carissimo ricordo.

Come vede non sempre un episodio negativo può essere spiacevole come appare.

Cordialmente.

Renato Dulbecco


da Gianfranco Buccelli
ex responsabile del reparto di Chirurgia
Ospedale "Ss. Bevenuto e Rocco" di Osimo





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-02-2012 alle 14:08 sul giornale del 27 febbraio 2012 - 455 letture

In questo articolo si parla di attualità, osimo, notizie osimo, ospedale osimo, renato dulbecco, gianfranco buccelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/vH9





logoEV