Il sindaco sul futuro dell'ospedale: 'Serve più responsabilità, mercoledì incontro con il direttore Bevilacqua'

Ospedale di Osimo 24/02/2012 - Ho sempre rimarcato la necessità di salvaguardare la salute ed il sistema sanitario del territorio. In momenti così difficili, con la crisi economica che attanaglia il Paese, occorre offrire un servizio funzionale ed efficiente.

I cittadini sono già alle prese con mille problemi, dovrebbero essere messi in condizione di non preoccuparsi della qualità delle prestazioni mediche. Ma mi domando che cosa abbia fatto in questi ultimi 10 anni la direzione sanitaria dell’ospedale S.S. Benvenuto e Rocco unitamente ai responsabili dell’Asur che hanno lasciato inascoltati i nostri appelli ed investimenti per il nosocomio.

I problemi presentati in maniera così dettagliata dai giornali locali di questa mattina, non sono solo di natura strutturale, ma anche organizzativa. Sembra proprio che si sia voluto nascondere i buchi della gestione addossando le colpe ad altri. Il classico scarica barile sempre in voga in Italia, che però non è più accettabile. Ognuno deve assumersi le proprie responsabilità. Già da alcuni giorni avevo fissato un incontro con il direttore dell’Area Vasta 2 Maurizio Bevilacqua in programma mercoledì prossimo. All’agenda ovviamente aggiungeremo anche quest’ultimo caso.

In regione gli unici che hanno difeso le nostre strutture e che hanno cercato di implementarle sono i consiglieri Latini e Pieroni. Ci si aspettava il sostegno dei partiti di centro sinistra della Valmusone che invece è venuto a mancare proprio quando era in discussione il futuro della sanità di Osimo e Loreto.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-02-2012 alle 17:44 sul giornale del 25 febbraio 2012 - 474 letture

In questo articolo si parla di politica, maurizio bevilacqua, osimo, stefano simoncini, ospedale di rete, notizie osimo, ospedale di osimo, Area vasta 2, ospedale osimo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/vG5