Castelfidardo: Novelli (PRC) 'Ci querelano perchè ci temono'

rifondazione comunista prc 2' di lettura 28/10/2010 -

Il capogruppo di Solidarietà popolare Tommaso Moreschi annuncia una querela nei nostri confrontiIn realtà, la paventata querela è segno del nervosismo presente in Solidarietà popolare, preoccupata dalle innumerevoli critiche che le piovono addosso da un numero sempre crescente di soggetti a causa del suo malgoverno e del cattivo utilizzo delle risorse pubbliche.



In merito all’articolo apparso il 26 ottobre sulla stampa locale dove il capogruppo di Solidarietà popolare Tommaso Moreschi annuncia una querela nei nostri confronti, teniamo a precisare alcune cose. in quanto al conferimento dell’incarico a Moreschi come dirigente al Comune di Loreto per la copertura di quel posto si è proceduto ad un avviso pubblico per la formazione di un elenco di candidati idonei per il conferimento dell’incarico dirigenziale. L’incarico è stato poi conferito previa valutazione dei curricula presentati e previo colloquio dei candidati, colloquio tenuto dal Sindaco coadiuvato da altre due persone.

Le modalità di nomina del dirigente sono subito apparse strane al gruppo consiliare CDL per Loreto che, con un’interrogazione comunale del 17 giugno 2010 e riportata dalla stampa locale, domandava se “ ci sia stata o meno un’attenta disamina tecnica dei curricula o se la scelta abbia invece una colorazione politica dettata da logiche estranee a quelle di una sana programmazione”. Infine, nello stesso articolo apparso sulla stampa lo scorso giugno, il capogruppo del CDL Loreto affermava testualmente che “ dalla lettura del bando appare chiaro come la scelta ( del Dirigente) sia stata di tipo personale da parte del Sindaco”. All’epoca Moreschi non aveva risposto, ora vuole querelarci perché poniamo gli stessi interrogativi. C’è qualcosa di strano.

In realtà, la paventata querela è segno del nervosismo presente in Solidarietà popolare, preoccupata dalle innumerevoli critiche che le piovono addosso da un numero sempre crescente di soggetti a causa del suo malgoverno e del cattivo utilizzo delle risorse pubbliche. Invece di atteggiarsi a vittima, Moreschi dovrebbe anche domandarsi – come è scritto nel già citato articolo dello scorso giugno – “se sono stati rispettati i criteri previsti dalla riforma Brunetta che stabilisce restrizioni alla possibilità di assumere dirigenti a tempo determinato” fiduciari: ma su questo aspetto indagherà l’autorità Giurisdizionale competente.

Avv. Mario Novelli segretario Prc Castelfidardo-Loreto


da Mario Novelli
Segretario Rifondazione comunista Castelfidardo




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-10-2010 alle 17:43 sul giornale del 29 ottobre 2010 - 1227 letture

In questo articolo si parla di politica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/dPI


Ti confermo la mia piena solidarietà Mario. Massimiliano Cangenua