Latini (API): 'Contro le polveri sottili serve la collaborazione di tutti'

Dino Latini 1' di lettura 26/10/2010 -

Ritengo che il passaggio dal precedente regime a quello previsto dalle normative vigenti debba essere messo in atto anche attraverso l’imprescindibile previsione di soluzioni idonee per la gestione della mobilità urbana e di quella interrurbana, in grado di portare a un più agevole abbattimento delle PM 10.



Comprendo perfettamente l’urgente necessità di contenere i livelli di inquinamento da polveri sottili presenti nell’aria. Ma comprendo perfettamente anche la difficile posizione dei Comuni, chiamati in questo ambito a dover fare i conti con gli effetti di ordinanze e divieti che risulta sempre più difficile far comprendere ai cittadini. Ritengo quindi che il passaggio dal precedente regime, a quello previsto dalle normative vigenti, debba essere messo in atto anche attraverso l’imprescindibile previsione di soluzioni idonee per la gestione della mobilità urbana e di quella interrurbana, in grado di portare a un più agevole abbattimento delle PM 10. Si tratta di una operazione non facile, che può essere portare avanti soltanto con la collaborazione di tutti.


da Dino Latini
Consigliere Regionale Api - Liste Civiche per l'Italia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-10-2010 alle 21:06 sul giornale del 27 ottobre 2010 - 538 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, dino latini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/dKX