Ospedale di rete: un convegno per la presentazione del progetto

Dino Latini 1' di lettura 25/10/2010 -

Sul nuovo ospedale di rete, per i Comuni di Osimo, Loreto, Camerano e Castelfidardo, si parlerà venerdì prossimo 29 ottobre ad Osimo nel corso di un convegno organizzato dal Gruppo regionale di Alleanza per l’Italia e dal movimento delle Liste Civiche di Osimo Su la Testa.



Voluto dal Consigliere regionale, Dino Latini, l’evento si prefigge di affrontare tutte le tematiche legate all’istituzione del nuovo ospedale di rete attraverso la presentazione del progetto elaborato dal Dott. Carmine Ruta che ne curerà la presentazione.

Nella sala riunioni “Astea” di Osimo alle ore 21, l’Assessore regionale alla sanità, Almerino Mezzolani, aprirà il convegno che ha lo scopo di esaminare, con gli addetti ai lavori, gli amministratori e tutta la comunità, il futuro della nuova struttura sanitaria che prenderà il via entro il 2013. Dopo gli interventi dei Consiglieri regionali Dino Latini e Moreno Pieroni, prenderanno la parola Carmine Ruta, Dirigente del Servizio Salute della Regione, Massimo Magi, Direttore del Centro riferimento per la medicina generale della Regione, Antonio Aprile, Direttore generale dell’Inrca, Stefano Simoncini, Sindaco di Osimo, Paolo Nicoletti, Sindaco di Loreto, Mirco Soprani, Sindaco di Castelfidardo.

La cittadinanza e tutti coloro che lo riterranno opportuno saranno invitati a proporre le loro idee e considerazioni in merito.


da Dino Latini
Consigliere Regionale Api - Liste Civiche per l'Italia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-10-2010 alle 17:06 sul giornale del 26 ottobre 2010 - 2127 letture

In questo articolo si parla di attualità, osimo, dino latini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/dG4


Siamo contenti e prendiamo atto che SIETE D'ACCORDO CON NOI e che avete cambiato idea rispetto alla posizione demagogica che avevate fino a pochi mesi fa...

Ecco le foto dei cartelloni appesi a Campocavallo. Fare copia e incolla degli indirizzi sulla barra in alto di internet per poterle visualizzare.

http://sphotos.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-snc1/hs249.snc1/9624_1184944838171_1664772773_462666_4367390_n.jpg

http://sphotos.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-snc1/hs249.snc1/9624_1184944798170_1664772773_462665_2099176_n.jpg


La condivisione delle scelte in funzione della UNICA possibilità concreta di avere una struttura ospedaliera efficente nel nostro territorio (indipendentemente dai Km)è una buona notizia.
Come abbiamo sempre sostenuto.
Ora tolte le polemiche ( e le raccolte firme) strumentali ad altro che non interessano i cittadini e la loro salute, senza volersi accaparare medaglie da primogenitura, (che pure il PD del territorio ha) cerchiamo , come abbiamo sempre sostenuto, di verificare che gli impegni presi dalla giunta regionale, nei quali crediamo, vengano rispettati, compresi i reparti di ostetricia e ginecologie ecc., ma sopratutto che si faccia oltre all'Inrca e all'Agenzia della Terza Età, l'Ospedale di Rete.
Augurandosi che il Governo non ci penalizzi tutti.
Luigi Giulietti

Forse il giorno dopo invece di parlare sempre dello stesso argomento, ci si poteva ugualmente occupare della salute dei cittadini e, tanto per fare un esempio, organizzare un interessante convegno sulle polveri sottili.




logoEV