Convegno su Martini, scultore osimano di fine '800 che conquisto Roma

2' di lettura 25/10/2010 -

Dal 27 novembre mostra-omaggio a Giuseppe Martini scultore nato ad Osimo alla fine dell' 800 e particolarmente attivo tra le due guerre. Realizzò pregevoli opere nelle Marche (a Osimo il monumento ai Caduti di Piazza Nuova) e, successivamente, a Roma. La mostra verrà anticipata giovedì 4 novembre da un convegno presso il teatrino di palazzo Campana interamente incentrato sulla figura del grande artista osimano. 



La città di Osimo è conosciuta ed apprezzata non soltanto per le sue numerose bellezze storiche ed artistiche, ma anche per quanti si sono distinti nel mondo della cultura, della scienza e dell’arte. Tra essi lo scultore Giuseppe Martini nato ad Osimo alla fine dell' 800 e particolarmente attivo tra le due guerre. Realizzò pregevoli opere nelle Marche e, successivamente, a Roma. Nella capitale prese parte al gruppo degli artisti di Prati delle Vittorie. Nell'ultimo periodo si dedicò alla pittura. La sua notevole produzione artistica è pressoché misconosciuta, nel dopoguerra le sue opere non sono mai stato esposte. Grazie all'accurato e completo lavoro di ricerca e catalogazione svolto dalla professoressa Danila Rosati è oggi possibile promuovere una mostra antologica sulla sua vasta produzione. Il prossimo 27 novembre gli osimani potranno così ammirare le opere di un loro concittadino. Tra l’altro è di Martini il monumento ai caduti di Piazza Nuova. La mostra verrà anticipata giovedì 4 novembre da un convegno presso il teatrino di palazzo Campana interamente incentrato sulla figura del grande artista osimano. Insigni esperti e studiosi affronteranno il tema dell’esperienza dell’arte italiana attraverso la grande guerra. Martini è un personaggio di grande interesse non solo per il suo lato artistico, ma anche per la sua storia personale che è la stessa di molti uomini, che, dopo aver combattuto vittoriosamente per la loro nazione, mutilati nel fisico e nell’animo, continuarono il loro percorso patriottico legandolo all’arte e in particolar modo a quella monumentale.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-10-2010 alle 18:58 sul giornale del 26 ottobre 2010 - 2272 letture

In questo articolo si parla di cultura, osimo, Comune di Osimo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/dHZ