Castelfidardo: Cangenua (GI) 'Vertenza Cigad, quanti soldi sono stati spesi?'

2' di lettura 25/10/2010 -

Il Comune per tutte queste controversie ha speso quasi un milione di euro, tra spese legali, tecniche e perdite immobiliari; soldi che possono essere considerati sottratti alla nuova Scuola Media. Questo per acquisire solo il 2% di Multiservizi Spa perdendo la quota del 37,46 %.



Sono compiaciuto che si sia arrivati ad una transazione definitiva con il Cigad che pone fine alla voragine di sperpero delle ingenti risorse economiche del nostro Comune. Tuttavia bisogna evidenziare che in questi 8 anni (dal 2002 ad oggi) il Comune ha messo in atto ben 12 procedimenti legali con il Cigad ed un atto di transazione parziale del 2006. Inoltre con questa transazione conclusiva il Comune cede tutto l'immobile di via IV novembre (cioè l'ex Quagliardi) ad Acquambiente tranne 120 mq che dovranno essere poi riacquistati dallo stesso in cambio della sede legale per Acquambiente per 30 anni e di un lotto edificabile da definire. Quella struttura poteva essere utilizzata dal Comune come Teatro o altra fattispecie di locale espositivo o di servizio pubblico.

Rammento che quando ero Consigliere Comunale il Comune per tutte queste controversie aveva speso ben oltre i 500.000 euro. Ora dovremmo essere quasi al milione di euro, tra spese legali, tecniche e perdite immobiliari; soldi che possono essere considerati sottratti alla nuova Scuola Media. Questo per acquisire solo il 2% di Multiservizi Spa perdendo la quota del 37,46 % ( e non il 20%, questo è dichiarato dallo stesso Comune in una controversia con il Cigad in cui richiedeva maggior risarcimento proprio in vista del 37,46% di quota detenuta) e la figura dell'amministratore del vecchio fidardense Cigad, senza considerare il disagio economico e sociale che hanno subito una 20 di dipendenti del Cigad poi passati tramite il Comune alla defunta Castelfidardo Servizi. Tutto ciò dimostra la litigiosità ed incapacità amministrativa di Solidarietà Popolare.

Infine è strano che oggi si dichiari di guadagnare 300.000 euro (immagino lordi) e prima niente da una azienda che era nata e voluta da Castelfidardo; SP (Solidarietà Popolare) dimostra che per non essere andata d'accordo con gli altri Comuni e non essere riusciuta a fra quadrare i conti nonostante si avesse anche l'Amministratore delegato dell'azienda (l'ultimo fu un Consigliere di SP Luca Ercoli) di aver sperperato le casse comunali in inutili ingenti spese LEGALI. Ma in fondo pagano sempre i cittadini. E' facile spendere quando non si risponde con il proprio patrimonio.


da Massimiliano Cangenua
Generazione Italia Castelfidardo





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-10-2010 alle 18:43 sul giornale del 26 ottobre 2010 - 792 letture

In questo articolo si parla di politica, castelfidardo, massimiliano cangenua, generazione italia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/dHS