Latini (SLT): 'I miei consigli a PDL e PD'

Dino Latini 1' di lettura 21/10/2010 -

Agli amici Damiano Pirani e Luciano Secchiaroli consiglio di rimanere all’interno della PDL, di vincere internamente la battaglia e affermare una modalità di pensiero che certamente farà bene a quello schieramento. Non consiglio nulla al PD se non di avere una linea unitaria.



La PDL ha il partito spaccato letteralmente in due e rischia di non vedersi più rappresentato neanche in Consiglio Comunale, segno di una deficienza politica profonda e perdurante da almeno 10 anni. Agli amici Damiano Pirani e Luciano Secchiaroli consiglio di rimanere all’interno della PDL di vincere internamente la battaglia e affermare una modalità di pensiero che certamente farà bene a quello schieramento. Il PD si presenta alle elezioni del segretario non solo con due candidati ma con polemiche molto pesanti prima e dopo molto sulle scelte del partito; polemiche che certamente sono ancora accese. Non consiglio nulla al PD se non di avere una linea unitaria che ci faccia capire qualcosa in termini di proteste e proposte per la città.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-10-2010 alle 19:52 sul giornale del 22 ottobre 2010 - 2702 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, su la testa, dino latini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/dzD





logoEV