Occupazione e crisi, le proposte del Pd

emanuele lodolini 2' di lettura 20/10/2010 -

La crisi morde famiglie, lavoratori e imprese, i sogni e le aspirazioni delle nuove generazioni. Anche nella nostra provincia La nuova centralità e dignità del lavoro dipendente, autonomo, imprenditoriale, l’affermazione e la tutela dei diritti dei lavoratori, la valorizzazione dei meriti sono i perni fondamentali con i quali costruire le fondamenta del nostro futuro.



Guardando alla ricchezza della nostra piccola impresa, del mondo del commercio e dell’artigianato. Concluso il Congresso provinciale realizzeremo un Forum sull'economia e sul lavoro che sarà un luogo aperto alla partecipazione di tutte le espressioni del mondo del lavoro, docenti, istituti di ricerca, associazioni d'impresa, sindacati. Dobbiamo individuare nuovi campi per aprire opportunità per l’impresa e per il lavoro, diversificando, sostenendo l’imprenditorialità culturale dei saperi, delle professioni, dell’energia e dell’ambiente. Ambiente inteso non solo nel senso della tutela, ma come nuova frontiera dello sviluppo per un territorio come il nostro così ricco di beni culturali, borghi storici, bellezza del paesaggio, produzioni di qualità, talenti e creatività, PMI fortemente legate al territorio.

E ancora. Le nostre scuole e la nostra Università, colpite duramente dai provvedimenti nefasti della Gelmini. Il Pd ha avanzato una proposta precisa: aumentare le risorse per la scuola e per l’università mettendo in vendita le frequenze liberate dalla transizione al digitale. Saperi, valorizzazione delle nostre risorse ambientali, green economy, brain economy, economia del mare, agricoltura di qualità (no alla mezzadria del fotovoltaico), cultura e turismo sono dunque i pilastri principali su cui costruire il futuro. Non gli unici. A partire dall’esigenza di semplificare la pubblica amministrazione, avendo sempre in mente l’irrinunciabile funzione di indirizzo che compete alla politica.

Un processo di semplificazione va attuato, tramite scelte riformatrici condivise e forti, anche in merito alle politiche per la modernizzazione del sistema dei servizi pubblici locali realizzando una unica Holding che gestisca tutte le società di acqua-gas-rifiuti a livello regionale e avviando in tempi brevi un processo di aggregazione nella provincia di Ancona (acqua-gas-rifiuti) per stimolare questo processo e diventare un interlocutore forte a livello regionale.


da Emanuele Lodolini
segretario Pd prov. Ancona




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-10-2010 alle 11:05 sul giornale del 21 ottobre 2010 - 870 letture

In questo articolo si parla di emanuele lodolini, politica, partito democratico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/dua


Sig. Lodolini,
come giustifica il fatto che all'interno di un partito che si dice democratico non si accettino candidature alternative a quella che fa capo alla sua persona per l'imminente congresso provinciale?
Vi state PDeLando?
Avete paura che un confronto acceso possa incrinare la flebile stabilità?
Che senso ha indire elezioni con un candidato unico ed una lista blindata?

Lodolini, no! Non ce la faccio più a reggere tanta banalità e pressappocaggine politica (ed economica)! A me da piccola hanno insegnato che quando non si ha niente da dire è meglio stare zitti! Proposte? Ma de che? Ma che proposte sarebbero? Ovvietà, piuttosto. Perché non hai pure scritto: Niente tasse per Totti e una dentiera per tutti?

E poi, la Holding unica? Perché? A che pro? PER OTTENERE QUALI VANTAGGI PER LA POPOLAZIONE? E ancora, a quale holding pensi? Non è che i numerosi manifesti della Hera che tappezzano la regione - la Hera, nata nella patria di Bersani e moltiplicatasi qua e là, pesarese compreso; la Hera, l'unica SpA che quando acquisisce un'altra multiservizi non elimina i relativi consiglii di amministrazione, di nomina politica, ovviamente - hanno conquistato il PD?

Lodolini, ti prego. Non sconquassare più di quanto non lo abbiate già sconquassato questo sgarruppatissimo PD marchigiano (e nazionale)!

"sono i perni FONDAMENTALI con i quali costruire le FONDAMENTA del nostro futuro"

e poi un periodo come questo.

"Guardando alla ricchezza della nostra piccola impresa, del mondo del commercio e dell’artigianato"

Cioè che vuol dire?

Adesso uno non pretende di leggere Manzoni quando scrive Lodolini o la Magistrelli ma questi comunicati sono illeggibili.

Tralasciando la fiera del banale che è una via di mezzo tra il peggior Bersani e il miglior Veltroni.

.

A proposito di proposte concrete, chi ha visto il manifesto di Bersani con l'aumento della disoccupazione?
http://www.partitodemocratico.it/dettaglio/107123/rimbocchiamoci_le_maniche_disoccupazione

Viene da fare gli scongiuri solo a vederlo, anche perché il pur generico "rimbocchiamoci le maniche" normalmente non c'è mica, e ti viene da dire "mannaggia, il prossimo che viene licenziato potrei essere io e Bersani mi sfotte pure".

Per favore, proposte veramente concrete.

.

Cari compagni, ha avuto inizio l'era dell'uniformazione del PD. Comunicato solo dal regionale e dal provinciale anche quando parlano di argomenti che gli estensori non hanno mai praticato.
Il PD di Senigallia è fatalmente assorbito

Questa volta sono d'accordo con Mariangela... banalità e superficialità si sprecano... proposte zero spaccato, solo fumo negli occhi, anzi neppure questo...

E Lodolini sarebbe il candidato provinciale unico? Ma davvero il PD non ha niente di meglio da offrire? Nessuna figura è in grado di competere con questo figuro? Ragazzi, siete messi davvero male...

Ma questa secondo me le supera tutte: "....sostenendo l’imprenditorialità culturale dei saperi, delle professioni, dell’energia e dell’ambiente".

Andrea Giampaoli

Ricordando a tutti coloro che "commentano" questo articolo che il PD non è un'entità a sè stante bensì una forza che cerca di essere presente sul territorio (magari potrebbe fare di più ma intanto ci prova), chiunque ritenga di poter dare anche un minimo contributo per migliorare le cose, si faccia avanti, porti le proprie idee. Mi sembra molto comodo criticare senza proporre idee alternative, la stessa comodità che, fortunatamente, può permettersi l'opposizione locale, che si proclama paladina dei lavoratori....a parole....poi però non spiega cosa pensa dei disastri che perpetra il loro Governo Nazionale sui grandi temi. Mi verrebbe da pensare che forse chi scrive sia politicamente prevenuto?? Sicuramente mi sbaglio....


Andrea Giampaoli Consigliere Comunale del Partito Democratico Monsano

Mi dispiace... non vado a messa :)




logoEV