Buccelli (GI): Bruno da Osimo, problema attanagliante

Alessandro Buccelli 3' di lettura 13/10/2010 -

La Bruno da Osimo andrebbe ristrutturata e valorizzata, istituendo un centro polifunzionale, comprensivo di sale convegni, palestra, fitness, e volendo perfino attivita’ commerciali per rientrare nelle spese, ma prevalentemente dovrà essere un centro a servizio dei cittadini, dai giovani agli anziani.



Bruno da Osimo, ormai un problema che attanaglia tutta la pubblica opinione. “un colpo al cerchio e uno alla botte” sembra la soluzione che si vuole adottare per risolvere il problema della scuola in centro. Potremmo anche essere d’accordo sul fatto di utilizzare il “Corridoni”, ma non siamo assolutamente d’accordo sulla proposta di vendere “la Bruno da Osimo”, anche se probabilmente i nostri dubbi sul fatto che già accordi siano stati presi è sempre più reale. La Bruno da Osimo andrebbe ristrutturata e valorizzata, istituendo un centro polifunzionale, comprensivo di sale convegni, palestra, fitness, e volendo perfino attivita’ commerciali per rientrare nelle spese, ma prevalentemente dovrà essere un centro a servizio dei cittadini, dai giovani agli anziani.

Non dimentichiamoci che alla Bruno da Osimo, esiste una palestra dove gli anziani fanno ginnastica, c’e’ l’unitre, la ginnastica riabilitativa…….e per Osimo quella e’ una palestra storica. Pensare ad appartamenti di pregio in quella zona, e’ un’utopia, come si può creare una zona residenziale di pregio se nel circondario di pregiato non c’e’ nulla? Nulla è cambiato dalla nostra osservazione su alcune piccole zone da pulire a San Marco ad esempio. (Santa palazia, scale chiesa dell’ospedale) Prima sistemiamo il centro, ripuliamolo, da San Marco a Piazza Duomo, cerchiamo di far scomparire vetrine fatiscenti, con scritto affittasi, e cavi penzolanti in ogni dove. Illuminiamo il centro storico a dovere e non come se si dovesse illuminare un campo sportivo.

Quando avremo fatto diventare, o più precisamente fatto tornare, Osimo, un centro di pregio allora si potranno, forse, costruire appartamenti di pregio. Chi oggi investirebbe in una zona dove il degrado immobiliare imperversa? Basta fare un giro per il nostro centro storico alzare la testa e guardarsi attorno, e ci renderemo conto….che non e’ tutt’oro quel che luccica, sempre che qualche cosa luccichi ancora. Colpa dell’amministrazione?, colpa dei proprietari dei palazzi?, certamente si, certamente la colpa però e’ anche della collettività che ha completamente perso il naturale senso civico e di appartenenza che naturalmente dovrebbe caratterizzare una comunita’ che e’ definita conservatrice da alcuni, e io domando ma di cosa?. Se ogni cittadino curasse il pezzetto di marciapiede o di strada che ha davanti al suo uscio, la città sarebbe piu’ pulita e vivibile, quindi diamo tutti il buon esempio, a partire dall’amministrazione fino all’ultimo cittadino…. Facciamo tutto questo, e non solo la Bruno da Osimo ma tutto il centro e tutto il territorio osimano diventerà di pregio. E invece di vendere i palazzi, perché non vendiamo il palazzetto dello sport?


da Alessandro Buccelli
coordinatore Generazione Italia




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-10-2010 alle 20:00 sul giornale del 14 ottobre 2010 - 691 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, alessandro buccelli, generazione italia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/dgR





logoEV