Latini (API): 'L'alternativa al nucleare c'è'

1' di lettura 12/10/2010 -

Per il Consigliere Latini  una soluzione per garantire la sicurezza dell'approvvigionamento energetico senza ricorre al nucleare c'è - “occorre una politica di incentivazione nella realizzazione degli impianti, contenuti nelle grandezza e nella produzione, di tutto ciò che produce energia rinnovabile (solare, fotovoltaico, eolico, geotermico) e una nuova politica di sviluppo per l'energia prodotta dai rifiuti.



Il Consigliere Regionale e Presidente della II Commissione Bilancio e Finanze Dino Latini oggi dichiara - “Il rischio che il territorio della Regione Marche possa essere indicato come possibile sito di impianti nucleari, ci sta tutto.” - Senza farne del terrorismo, la popolazione deve prendere atto che le macro valutazioni del progetto del nucleare oggi ci coinvolge in quanto rientra nella mappa Italia. Per il Consigliere una soluzione per garantire la sicurezza dell'approvvigionamento energetico senza ricorre al nucleare c'è - “occorre una politica di incentivazione nella realizzazione degli impianti, contenuti nelle grandezza e nella produzione, di tutto ciò che produce energia rinnovabile (solare, fotovoltaico, eolico, geotermico) e una nuova politica di sviluppo per l'energia prodotta dai rifiuti.”.


da Dino Latini
Consigliere Regionale Api - Liste Civiche per l'Italia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-10-2010 alle 18:42 sul giornale del 13 ottobre 2010 - 1008 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, dino latini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/dc6


ElCid

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Alaino

Commento sconsigliato, leggilo comunque