Tra i Colli Marchigiani, una festa per la chiusura stagione dell'Autoclub Fagioli

2' di lettura 11/10/2010 -

La 15a edizione de "Tra i Colli Marchigiani" ha visto oltre 40 partecipanti vivere una splendida domenica ottembrina sotto un sole primaverile ed un cielo limpido. L'incontro è iniziato, come da prassi, a Piazza Nuova presso i meravigliosi giardini pubblici della città.



Non si sarebbe potuta chiudere meglio la stagione dell'Autoclub Luigi Fagioli di Osimo. La 15a edizione de "Tra i Colli Marchigiani" ha visto oltre 40 partecipanti vivere una splendida domenica ottembrina sotto un sole primaverile ed un cielo limpido. L'incontro è iniziato, come da prassi, a Piazza Nuova presso i meravigliosi giardini pubblici della città. Svolte le operazioni d'iscrizione e ritirato il pacco regalo, i conduttori hanno potuto godere della colazione servita dallo staff del Caffé del Corso. Alle 10,30 partiva la prima prova speciale che si svolgeva sulla piazza principale della città osimana. Prova che consisteva nel percorrere due giri attorno alla fontana della piazza in un tempo prestabilito. Al termine della prova le auto si sono raggruppate lungo corso Mazzini per dare poi il via ad una bellissima carovana che ha percorso il tragitto di 46 km. Si è raggiunta Osimo Stazione per proseguire verso Camerano, Varano, Portonovo, Massignano e Sirolo per tornare ad Osimo Stazione e concludere il tragitto nuovamente lungo corso Mazzini di Osimo, dove i conduttori erano attesi per prendere parte alla seconda, e conclusiva, prova speciale. Questa volta il percorso era rettilineo.

Le auto venivano successivamente posteggiate attorno alla fontana ed i piloti, accompagnati da parenti ed amici, raggiungevano il vicino ristorante Palazzo Baleschi per il pranzo. La giornata si concludeva con le premiazioni dei vincitori, con la partecipazione del vice sindaco di Osimo Francesco Pirani. Le classifiche, esposte all'entrata del ristorante, e vidimate dal commisario ASI Pierluigi Bulgarelli, vedevano la vittoria nella categoria TARGA ORO e ASI ante 1980 omologate, della FIAT BALILLA 900 del 1934 di Marino Ilari, mentre per le non omologate la vittoria andava a Tommaso Anania su ALFA ROMEO SPIDER del 1973. Quest'ultimo si aggiudicava anche la classifica assoluta. Un premio è andato a Antonino Savoca, di Montesilvano (PE), come conduttore proveniente da più lontano e a Franco Compagnucci propietario dell'auto più vecchia (PEUGEOT 101 del 1933). Una targa ricordo veniva donata ai rappresentanti del CAMSA di Ancona, alla SCUDERIA MARCHE di Macerata e al CJMAE di Jesi. La direzione dell'Autoclub Luigi Fagioli ricorda che ci sono ancora posti disponibili per visitare la 27a Mostra Auto e Moto d'Epoca che si terrà presso la Fiera di Padova il 23 ottobre. Gli interessati possono contattare Sandro Freddo al 071715778 o la segreteria dell' Autoclub Luigi Fagioli al 0717241107.

testo e foto Andrea Muti








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-10-2010 alle 18:44 sul giornale del 12 ottobre 2010 - 824 letture

In questo articolo si parla di attualità, osimo, auto, autoclub luigi fagioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/daj





logoEV