Bugaro-Zinni (Pdl): 'Il partito a Osimo è compatto'

3' di lettura 11/10/2010 -

In questo momento siamo distanti dal Governo Comunale perché non vediamo punti di contatto sul programma amministrativo, né con il metodo di lavoro politico della Giunta comunale. Se qualcuno, Sindaco in primis, ritiene di voler aprire un confronto programmatico, condizione essenziale per parlarsi, lo dica con trasparenza senza cercare la sponda solitaria di qualche nostro consigliere comunale.



Le molteplici e spesso contradittorie dichiarazioni che rilasciano ormai quotidianamente Simoncini e Latini di “guerra e pace con il centro destra” dimostrano la grave crisi politica e istituzionale che sta attraversando l'Amministrazione Comunale di Osimo. Gli stessi lasciano intendere di gradire come nuovi emissari di pace i nostri Consiglieri Comunali Pirani e Secchiaroli, presagendo scenari di alleanze con il centro destra per le prossime comunali, a seguito anche dell'assedio dell'opposizione PD nel Comune di Osimo.

“Vorremmo chiarire – dicono i Consiglieri Regionali del Popolo della Libertà Giacomo Bugaro e Giovanni Zinni- che il Popolo della Libertà e il centro destra non sono né un taxi né un ricovero ospedaliero. Non siamo un taxi perchè nessuno può entrare e uscire solo per opportunità, non siamo un ricovero ospedaliero che cura chi ha fatto scelte sbagliate, come l'adesione sin dalla campagna elettorale della Lista Civica di Latini al Governo Regionale di Spacca.

Detto questo vogliamo bene ad Osimo e riteniamo che si debba ricominciare a far volare alta la politica in questa città. In questo momento siamo distanti dal Governo Comunale perché non vediamo punti di contatto sul programma amministrativo, né con il metodo di lavoro politico della Giunta comunale. Se qualcuno, Sindaco in primis, ritiene di voler aprire un confronto programmatico, condizione essenziale per parlarsi, lo dica con trasparenza senza cercare la sponda solitaria di qualche nostro consigliere comunale.

I nostri consiglieri coomunali possono, come stanno già facendo, solamente intervenire in aula per proporre il meglio per la città, ma qualunque ipotesi di strategia elettorale per le comunali di Osimo verrà decisa e comunicata esclusivamente dagli organi di partito provinciali e comunali. In merito alla strana richiesta di Buccelli di farsi rappresentare come FLI dai nostriconsiglieri comunali è talmente inutile che non merita alcuna considerazione: in politica oggi ci vuole chiarezza e non confusione di ruoli, liste, contenitori, altrimenti tutto diventa un teatrino incomprensibile e detestato agli occhi degli elettori.

I nostri consiglieri comunali, ai quali si sta iniziando a chiedere veramente troppo e di tutto, dall'essere emissari di pace ad agenti caritatevoli verso forze politiche che non sono in grado di eleggere consiglieri comunali, andrebbero, invece più rispettati per le battaglie che portano avanti insieme al Coordinamento Comunale PDL, proprio nell'interesse della città di Osimo. Speriamo - conludono i Consiglieri Regionali Bugaro e Zinni - che ad Osimo si possa finalmente a parlare di politica senza questo teatrino un po' stomachevole per i cittadini.”

Giacomo Bugaro Giovanni Zinni
Consigliere Regionale Consigliere Regionale


da Giovanni Zinni
Consigliere Regionale PdL




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-10-2010 alle 19:04 sul giornale del 12 ottobre 2010 - 1785 letture

In questo articolo si parla di politica, giovanni zinni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/daq


...e meno male!!!Proprio ad Osimo è compatto?
Avete proprio la Berlusconite acuta!!!
Ma come si fa a negare l'evidenza dei fatti,degli inciuci e litigate,alle pubbliche dichiarazioni di espulsione di consiglieri comunali dal vostro partito dell'amore?
Ma per piacere...almeno il buon senso di tacere!!!