Castelfidardo: Cangenua (GI) 'Una proposta per la raccolta differenziata'

3' di lettura 03/10/2010 -

Propongo alla maggioranza di adottare forme di raccolta differenziata come quelle di Pisa, dove in base ai rifiuti c'è uno sconto di quasi il 30% sulla Tarsu e magari abbinarla con la soluzione di Merano che ogni tot vie pone dei cassonetti "intelligenti", cioè che possono essere usati con la tessera magnetica personalizzata e possono stabilire qualità e quantità dei rifiuti deposta



Con la tessera magnetica si potrebbe combattere di molto l'evasione fiscale, dato che (sempre nel rispetto della privacy) ad ogni nucleo familiare venga attribuito un codice che mensilmente può essere studiato statisticamente su quanto e come ha prodotto rifiuti..mi spiego meglio....diamo alla fantomatica famiglia Rossi il codice 340; ogni volta che un componente della famiglia Rossi porta la spazzatura presso i cassonetti "intelligenti" (che si aprono solo con tessera magnetica) il cassonetto pesa il contenuto e verifica la qualità dello stesso tramite pannello elettronico di selezione posto sul cruscotto del cassonetto..preciso che esistono questi tipi di cassonetti con bilancia e selezionatore tipo di rifiuto!

La società che gestisce tutto questo, che può anche essere il Comune, ma per privacy meglio una società terza, ogni mese raccoglie i dati di tutti i codici (nuclei familiari ed attività produttive) e li studia statisticamente in un ideogramma, se vede che il grafico cambia sensibilmente in alcune zone (tralasciando i cambi dovuti ai diversi consumi nelle diverse stagioni dell'anno... es. l'estate sarà diversa dall'inverno) fa dei controlli più mirati.

A questo si può aggiungere dei controlli random su codici. Inoltre il problema verrebbe ridotto se a questo sistema (simile a quello di Merano suppongo) abbinassimo il sistema adottato dal Comune di Pisa, cioè quello dell'incentivo a punti che ti permette di avere uno sconto di quasi 30% sulla Tarsu sul corretto utilizzo (cioè scarico anche dei rifiuti pesanti alle isole ecologiche) della tessera magnetica, così ognuno sarebbe motivato a dichiarare tutto ed utilizzare i cassonetti o le isole ecologiche invece di buttarli per vie traverse!

Ricordo che Castelfidardo ha aumentato del 22% la Tarsu per le famiglie, del 50% quella dei depositi e del 100% quella delle attività produttive, in momento di forte crisi quale era il 2009..senza poi contare che a questi aumenti andava aggiunta l'Iva..tanto che l'effettivo aumento era di circa un 5% in più di quello dichiarato da codesta Amministrazione. Solidarietà Popolare non ha mai fatto scelte veramente coraggiose ed innovative, ma sia per quanto riguarda la questione Cigad (acqua e gas alla Multiservizi SpaGorgovivo) sia per la raccolta rifiuti (Ancona Ambiente) ha sempre subito la politica anconetana che, per quanto riguarda i rifiuti pur essendo meglio di quella praticata aCastelfidardo non è eccezionale (vedere il video su internet messo su dall'utente il rompiscatole Alex)

Massimiliano Cangenua

Responsabile Generazione Italia Castelfidardo


da Massimiliano Cangenua
Generazione Italia Castelfidardo





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-10-2010 alle 16:21 sul giornale del 04 ottobre 2010 - 1822 letture

In questo articolo si parla di attualità, castelfidardo, massimiliano cangenua, generazione italia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/cRo


In alcuni paesi hanno inserito nei secchi del tipo "porta a porta" un chip rfid. Quando il camion carica pesa il contenitore e lo associa all'utente. Credo che questo sistema sia più utile poiché gli addetti alla raccolta controllano il contenuto dei bidoni (molto spesso errato). Sarebbe anche meno costoso visto che basterebbe attaccare i chip nei contenitori già distribuiti e apportare delle modifiche agli automezzi. I cassonetti "intelligenti" sarebbero meno economici e NON porta a porta, così i cittadini si dovrebbero riabituare ad un altro sistemadi raccolta (ancora!).

E' bello trovare commenti che propongo soluzioni alternative, in modo da riuscire a creare un sistema migliore. Tuttavia non condivido l'obiezione del fatto che i cassonetti intelligenti costino di più. Basterebbe farli fare in serie, e adottarli a livello di più Comune se non tutti, questo farebbe abbattere i costi di realizzazione. Inoltre trovo laborioso e poco pratico il sistema del chip che andrebbe inserito in ogni cassonetto oggi esistente e che non è adatto in quanto non vi è la predisposizione per il chip e per la sua raccolta con verifica. Andrebbero cambiati tutti i molteplici raccoglitori con incremento notevole dei costi. Oltre a ciò credo che il minimo disagio di ricambiare abitudini agli utenti sia una motivazione fragile, perché con pochi cassonetti intelligenti si eviterebbero gli scenari tipo Napoli che vediamo sulle nostre strade, liberando così le entrate delle abitazioni da questo indecoroso scenario, e verrebbe semplificata la raccolta per gli utenti stessi. Se tutto ciò portasse ad un miglior servizio, a minor costi, pagamenti della Tarsu più meritocratici e all'evitare scariche abusive, ritengo che il cambiamento delle abitudini valga il sacrificio. Comunque grazie dell'intervento, è bello e giusto confrontarsi su temi concreti e non lasciare la politica a meri discorsi astratti. Massimiliano Cangenua

Mi scuso per il tono polemico ma voi amministratori ci avere raccontato che il porta a porta serviva ad evitare scenari "tipo Napoli"... cmq... sottolineo che parlo da persona disinteressata dato che sono di Osimo e le nostre aziende di raccolta sono diverse. Eistono più tipi di cassonetti intelligenti: quelli su strada; quelli interrati e quelli interrati/compattatori. Il modello a cui mi riferivo nel commento, al momento, addirittura non usa più i cassonetti in plasitica ma solamenti i sacchetti ecco il link:
http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Italia/2008/01/consorzio-rifiuti.shtml?uuid=969ae8c2-bdd2-11dc-903e-00000e25108c
credo che l'articolo esponga meglio di me i pregi.
cordiali saluti
ps: il progresso tecnologco è sempre un passo avanti, anche se lo rincorriamo non lo supereremo

Ciao Nicola,
grazie per il link. Tuttavia non avevo considerato come polemico il tuo commento. Ho solo difeso le mie idee, in quanto le ritengo valide.
Per quanto riguarda il fatto di essere Amministratore..grazie di considerarmi tale, ma al massimo sono stato COnsigliere COmunale di Opposizione. Non ho mai potuto esprimere le mie potenzialità come Amministratore Pubblico. Alla prossima.
Massimiliano Cangenua