Sagramola a Petrini: 'L'apertura della caccia al cinghiale a ottobre non è produttiva'

cinghiale 1' di lettura 01/10/2010 -

Non piace al vicepresidente della Provincia di Ancona Giancarlo Sagramola, la scelta della Regione Marche di aprire la caccia al cinghiale dal 2 ottobre al 2 gennaio. Un disappunto messo nero su bianco con una lettera inviata al suo collega in Regione Paolo Petrini.



"La nostra Provincia - scrive Sagramola - che comunque si conformerà a quanto deciso, crede che la caccia al cinghiale produca i suoi effetti migliori nel mese di gennaio. Inoltre, dovrebbe essere condivisa e organizzata insieme a tutte le altre Province un'attività di contenimento della specie nell'arco dell'intero anno".

Una riflessione, sostiene il vicepresidente, frutto di un serrato confronto con le associazioni agricole e venatorie. E a proposito delle operazioni di contenimento e di corretta gestione della specie Sagramola chiede "che siano verificate con i Parchi le modalità con cui si gestisce il contenimento della specie all'interno delle aree protette, le quali, attualmente, non sembrano produrre l'auspicata riduzione del numero complessivo degli esemplari in una densità tollerabile che eviti la fuoriuscita degli ungulati nelle aree circostanti".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-10-2010 alle 16:24 sul giornale del 02 ottobre 2010 - 724 letture

In questo articolo si parla di animali, attualità, provincia di ancona, calcio, ancona, cinghiali, cinghiale