S.E. Menichelli: 'Per il Convegno Eucaristico 2011 la mobilitazione sarà totale'

2' di lettura 30/09/2010 -

Sala convegni del Chiostro San Francesco molto affollata per l’incontro pubblico, organizzato dal Lions Club Osimo  in vista del XXV Congresso Eucaristico Nazionale 2011, di cui è stato relatore, quale gradito ospite, l’arcivescovo Mons. Edoardo Menichelli che ha tracciato, se pure a grandi linee, l’organizzazione dell’evento nei suoi molteplici aspetti.



Sala convegni del Chiostro San Francesco molto affollata per l’incontro pubblico, organizzato dal Lions Club Osimo in vista del XXV Congresso Eucaristico Nazionale 2011, di cui è stato relatore, quale gradito ospite, l’arcivescovo Mons. Edoardo Menichelli che ha tracciato, se pure a grandi linee, l’organizzazione dell’evento nei suoi molteplici aspetti. Nella previsione di una partecipazione, tra pellegrini, prelati e personalità, che si aggirerà intorno alle 400/500 mila unità, l’intera provincia di Ancona sarà mobilitata per l’accoglienza, i trasporti, le manifestazioni religiose, le diverse locations dove si svolgeranno momenti di preghiera, di informazione e riflessione, ma anche di aggregazione sociale e culturale. “Il coinvolgimento della comunità di tutta la Provincia sarà totale – ha dichiarato Mons. Menichelli – e Protezione civile, forze dell’ordine, istituzioni e volontariato saranno tutti mobilitati. Ci attendiamo una presenza di 400/ 500 mila persone, saranno 240 le diocesi di tutta Italia che parteciperanno a questo evento straordinario. Ma non bisogna dimenticare, in tutto questo complesso contesto, lo spirito eucaristico del Congresso”. La conferma della mobilitazione generale è venuta anche dal consigliere regionale Dino Latini, che ha preannunciato la concreta partecipazione dell’ente sovracomunale e la disponibilità di Osimo all’accoglienza ricettiva. La serata lionistica è poi proseguita con una conviviale dei soci del Club, presso la Sala Bocchetti del Convento dei Frati Minori della basilica, nel corso della quale Luciano Ghergo e Gianni Santilli, rispettiamente past e attuale presidente del Club, hanno voluto consegnare la più alta onorificenza del Lions International, la Melvin Jhonson, a Padre Giulio Berrettoni, per anni priore del Convento osimano e prima ancora custode della francescanità ad Assisi. Sorpreso e oltremodo commosso, Padre Giulio, che ha voluto partecipare alla conviviale, ha ringraziato, con la sua consueta umiltà, per l’inaspettato riconoscimento esprimendo gratitudine per l’affetto che tutto il Club gli ha sempre tributato per la sua vicinanza all’operato che l’associazione di volontariato solidale ha concretizzato dalla sua fondazione verso la comunità locale, nazionale ed internazionale.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-09-2010 alle 19:15 sul giornale del 02 ottobre 2010 - 1907 letture

In questo articolo si parla di attualità, lions club, edoardo menichelli, giulio berrettoni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/cMH


“Ma non bisogna dimenticare, in tutto questo complesso contesto, lo spirito eucaristico del Congresso”.

E’ proprio questo il punto: tutta questa mobilitazione, tutto questo dispendio di energie e di danaro, stona non poco con lo spirito eucaristico che dovrebbe animare questo evento. Purtroppo neanche la Chiesa riesce a mobilitare le anime senza incappare in gesti e riti che poco hanno a che fare con l’intimo ed il sacro ma che assumono sempre più le fattezze di eventi mondani.