PDL: gli autovelox, facebook, e la libertà di coscienza

pdl 1' di lettura 18/07/2010 -

Su FB è stato creato un gruppo che, prima, si chiamava “quelli che non vogliono gli autovelox fissi in Osimo” e, adesso che tali apparecchiature sono state installate, ha trasformato il proprio nome in “quelli che non volevano gli autovelox fissi in Osimo”. Ebbene, tra le centinaia di iscritti al gruppo (1.423), risultano i nominativi di: Alessandro Buccelli, Andrea Pesaresi, Enrico Stanek, e Sandro Antonelli  e Gilberta Giacchetti.



Oggi - si sa - la comunicazione, anche politica, “corre” su internet e, in particolar modo, su facebook.

Facciamo notare una cosa alquanto singolare: pochissimo tempo fa, proprio su tale social network, è stato creato un gruppo che, prima, si chiamava “quelli che non vogliono gli autovelox fissi in Osimo” e, adesso che tali apparecchiature sono state installate, ha trasformato il proprio nome in “quelli che non volevano gli autovelox fissi in Osimo”.

Ebbene, tra le centinaia di iscritti al gruppo (1.423), risultano i nominativi di: Alessandro Buccelli (oggi accanito sostenitore di tali apparecchiature), Andrea Pesaresi (consigliere comunale Liste Civiche), Enrico Stanek (Su la testa) e – udite, udite – Sandro Antonelli (assessore giunta Simoncini) e Gilberta Giacchetti (assessore giunta Simoncini).

Quando si dice “libertà di coscienza”!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-07-2010 alle 15:18 sul giornale del 19 luglio 2010 - 3473 letture

In questo articolo si parla di attualità, osimo, pdl

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ale





logoEV