PDL: 'Sui compensi alle partecipate abbiamo ragione noi'

2' di lettura 20/06/2010 -

Siamo certi che il Comune, l’Astea di Giancarlo Mengoni, la Giacchetti e compagnia cantante hanno aumentato gli stipendi, alla faccia della crisi e del pacchetto “anti-sprechi” di Tremonti -  D.L. 78 -  in vigore dal 31 maggio scorso, che prevede sforbiciate alle indennità di chi amministra i Comuni e le società partecipate.



Sui compensi del Presidente della Geos e dei Consigli di Amministrazione delle Società partecipate abbiamo ragione noi! L’attuale maggioranza di centro sinistra delle Liste Civiche – API si limita a smentire ma non pubblica gli atti in cui vengono stabiliti i compensi, né quelli in cui si sarebbero diminuiti le indennità di sindaco e assessori! Poiché ne siamo certi, ribadiamo, quindi, che, il Comune, l’Astea di Giancarlo Mengoni, la Giacchetti e compagnia cantante hanno aumentato gli stipendi, alla faccia della crisi e del pacchetto “anti-sprechi” di Tremonti - D.L. 78 - in vigore dal 31 maggio scorso, che prevede sforbiciate alle indennità di chi amministra i Comuni e le società partecipate. E’ una decisione seria e coraggiosa quella del governo Berlusconi, del Ministro e del PDL, mentre la vera demagogia è solo delle Liste civiche - API di sinistra - Latini e Simoncini che urlano proclami e, poi, non fanno niente. Tutti ricordano che, quattro anni fa, Latini gridava di esser pronto ad azzerare il proprio stipendio, salvo poi non muovere un dito in tal senso ma puntare sempre l’indice per accusare, ingiustamente, chi, come il PDL, denuncia queste cose! La verità, al di là delle mistificazioni della Giacchetti, è che il Presidente della Geos (società partecipata con 40.000,00 euro di buco!) si è aumentato il compenso e quanto percepisce il Sig. Sergio Coletta è passato dagli 800,00 euro mensili lordi a 1.000,00 euro mensili lordi. E se gli 800,00 euro mensili netti sono stati liquidati “erroneamente” (sic!), invitiamo proprio il Presidente Coletta a restituire, con gli interessi, quanto indebitamente percepito! A PROPOSITO DI ERRORI: L’ALTRO RESPONSABILE, INSIEME AL PRESIDENTE ASTEA GIANCARLO MENGONI, DELL’INVIO DELLA DOPPIA BOLLETTA NON HA ANCORA UN NOME. COME MAI? NON E’ CHE, PER CASO, SI TRATTA DI QUALCUNO “VICINO” ALLE EX LISTE CIVICHE – API – SINISTRA?






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-06-2010 alle 18:24 sul giornale del 21 giugno 2010 - 1301 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, pdl

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/mv





logoEV