Castelfidardo, Lorenzetti (Unione): 'Non si parla più dell'area Nobili'

3' di lettura 03/06/2010 -

Le attenzioni sono tutte concentrate su P.ta Marina, sulla Strettoia delle Fornaci,sulla scuola media Montessori. E’bastato un incontro del Sindaco con una rappresentanza del quartiere Figuretta per mettere a tacere tutti gli scontenti e per fugare tutte le paure. Dal 2003 l’area risulta inserita nell’anagrafe regionale dei siti inquinati da bonificare.



Non si parla più della ex galvanica Nobili. Le attenzioni sono tutte concentrate su P.ta Marina, sulla Strettoia delle Fornaci,sulla scuola media Montessori. E’bastato un incontro del Sindaco con una rappresentanza del quartiere Figuretta per mettere a tacere tutti gli scontenti e per fugare tutte le paure. Dal 2003 l’area risulta inserita nell’anagrafe regionale dei siti inquinati da bonificare. L’Arpam nel 2004 presenta un piano di interventi per il ripristino ambientale la cui spesa si aggirava sui 300.000€.Sono passati 6 anni e adesso si attende un finanziamento provinciale di oltre 900.000€ per iniziare i lavori. A questo punto ritengo opportuno riportare alcuni passaggi della relazione,datata luglio 2009,dell’ingegnere che ha redatto il progetto di bonifica e ha calcolato un preventivo di 913.760€.”Al momento attuale l’area si trova in uno stato di evidente abbandono tale da essere inaccessibile a causa di una folta vegetazione che l’ha letteralmente invasa”.Si può subito dedurre quale sia stato il grado di attenzione da parte delle maestranze verso la zona.”Il sito si trova in un contesto fortemente urbanizzato e il rischio per la salute umana è molto forte e quindi necessario eliminarlo nel più breve tempo possibile e in maniera definitiva.”Gli esami del terreno hanno evidenziato una concentrazione di sostanze chimiche normalmente usate in una galvanica, tipo cromo esavalente,superiore alla soglia consentita per legge.

”Dall’analisi di stato dei luoghi,è stata riscontrata la presenza di materiali,nelle componenti edilizie,ritenuti dannosi per la salute umana. Da una più attenta valutazione si è potuto constatare che tali materiali sono in gran parte in una condizione di degrado piuttosto avanzato così da rappresentare un pericolo immediato per la salute delle persone che abitano nelle vicinanze. Infatti tale condizione rende piuttosto elevato il rischio di diffusione delle fibre di amianto nell’aria e quindi di inalazione da parte delle persone con le conseguenze ormai tristemente note. La pericolosità dell’inalazione delle fibre di amianto è riconosciuta anche dal punto di vista legislativo.”Se il Sindaco ha letto queste indicazioni c’è da preoccuparsi. Si impegna a trovare i soldi per terminare P.ta Marina la cui spesa si è raddoppiata,sa bene che la situazione attuale è tale da imporre pesanti tagli agli enti locali e dà per scontato il contributo provinciale per la bonifica della ex Nobili. Crede davvero di poter avere entro l’anno l’ingente somma per poter avviare i lavori?Altro rilievo. Il privato inizialmente interessato all’acquisizione del terreno dove sorge la galvanica fece redigere nel 2009 un preventivo per il suo disinquinamento da una società specializzata del settore. La cifra richiesta era di 300.800€. Due professionisti concordano su tale somma,quello interpellato dal Comune prevede ben 600.000€ in più. S’impone un’analisi tecnica che spieghi il motivo di simile divario.


da Valentino Lorenzetti
capogruppo consiliare Unione




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-06-2010 alle 17:26 sul giornale del 04 giugno 2010 - 721 letture

In questo articolo si parla di attualità, castelfidardo, valentino lorenzetti, area nobili





logoEV