Consiglio Comunale, nuovo botta e risposta tra maggioranza e Pd

16/04/2010 - Bocciata la mozione del Pd relativa alla proposta di un bilancio consolidato, mentre le Liste Civiche appoggiano il Pdl nelle nomine del CdA del "Bambozzi".

Torna a riunirsi il Consiglio comunale dopo la lunga pausa dovuta alla tornata elettorale regionale, e prosegue il gelo tra maggioranza e Pd osimano.

Il nuovo fronte tra Liste Civiche e democratici si è aperto su una mozione del gruppo Pd, che impegnava la Giunta a formulare un bilancio consolidato con all’interno anche i risultati economici delle società partecipate. Paola Andreoni, capogruppo Pd, ha fatto riferimento alle “difficoltà degli enti locali, dovute al Patto di Stabilità e alla diminuzione di trasferimenti di risorse da parte delle istituzioni”, e sostenendo che “con un bilancio consolidato si eviterebbero situazioni di debito occulto”. La risposta degli esponenti della maggioranza è stata però negativa. Giuseppe Beccacece (Liberi e Forti – Forza Osimo) ha definito il provvedimento “improponibile nel breve periodo”, mentre l’assessore Gilberta Giacchetti ha ricordato l’assenza di norme precise in materia, per sostenere poi che “il Comune di Osimo si adeguerà non appena ci saranno disposizioni legislative inequivocabili”. Anche il sindaco Simoncini ha espresso perplessità relative alla tempistica (il bilancio comunale sarà discusso il prossimo lunedì 26 aprile), pur parlando di “principio condivisibile”. Risultato: mozione respinta con 11 voti contrari e 6 favorevoli, con l’astensione del Presidente del Consiglio comunale e del gruppo Pdl.

Convergenza, invece, tra maggioranza e Popolo della Libertà osimano, per le nomine del CdA della casa di riposo Irp “Bambozzi”. Secondo il nuovo statuto, quattro consiglieri su cinque sono di nomina politica. Scelti, su indicazione della maggioranza, Fabiola Martini, Patrizia La Rosa ed Emilia Giacco. Non passano i nomi designati da Pd e Sel: le Liste Civiche decidono di appoggiare il Pdl eleggendo così Stefano Filippini (11 “si” contro 9 astenuti). Prove tecniche di disgelo, quindi? sarà da vedere. Lunedì sera è in programma un incontro pubblico sul futuro dell'Astea, tema scottante e al centro delle polemiche tra Amministrazione Comunale e Pdl.

Nel corso della seduta si è tornato a parlare di Palazzo Viglietti: rispondendo ad un’interrogazione proposta dalla maggioranza (Lucchetti e Beccacece), il sindaco Simoncini ha ribadito la sua “piena fiducia sull’operato di Frontaloni e sulle procedure adottate”. Primo giorno da consigliere comunale, invece, per Luciano Borra (Su la testa), che prende il posto del neopresidente ed A.d. di Astea, Giancarlo Mengoni.






Questo è un articolo pubblicato il 16-04-2010 alle 17:09 sul giornale del 17 aprile 2010 - 1010 letture

In questo articolo si parla di politica, stefano simoncini, giuseppe beccacece, gilberta giacchetti, luca lucchetti, emanuele barletta, consiglio comunale osimo