Offagna, Tumini (SeL): 'La frana è un monito. Attenti alla gestione del territorio'

15/04/2010 - La frana è l'effetto di piogge leggere ma che si sono ripetute con costanza e per tanto tempo. Secondo Tumini (SeL) è necessario investire risorse per la prevenzione del dissesto idrogeologico attraverso la regimazione delle acque, l'aumento di messa a dimora di piante, una appropriata gestione nella coltivazione dei terreni e la riduzione del consumo dei suoli.

La natura invia costantemente i propri segnali, chi ha l'onore e l'onere di scegliere, in una parola la Politica, ha il compito di riflettere e fare scelte conseguenti. Quando la scienza avverte che l'opera dell'uomo influenza con i propri atti il territorio, non va presa con leggerezza, ma vanno attentamente vagliate le considerazioni e messe in campo quelle azioni virtuose di prevenzione idonee a ridurre i rischi esistenti.

La frana è l'effetto, questa volta, di piogge leggere ma che si sono ripetute con costanza e per tanto tempo che hanno provocato comunque uno danno i cui costi non è facile stimare. Ancora una volta un evento che pone all'attenzione di tutti e della Politica in particolare la necessità di non girare la testa dall'altra parte, ma di cominciare a mettere in pratica i suggerimenti che in più di un convegno sono stati dati per indirizzare gli investimenti, non una tantum, ma con continuità per prevenire il dissesto idrogeologico esistente, attraverso la regimazione dell'acque, l'aumento di messa a dimora di piante ed una appropriata gestione nella coltivazione dei terreni e la cosa più importante ridurre il consumo dei suoli nel senso di ridurre l'attuale "impronta ecologica" praticando le tecniche suggerite per una sostenibilità complessiva.

Quella frana è un monito. Quando si dice che il clima è cambiato, che il consumo del territorio non è appropriato, non lo si dice per far dispetto a qualcuno, ma per evitare le innumerevoli catastrofi a cui sempre più spesso siamo costretti ad assistere. Ripeto se c'è qualche lira o meglio euro da spendere utilizziamoli per salvaguardare il territorio.


da Michelangelo Tumini
coordinatore Sinistra e Libertà
ambito Aspio-Musone





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-04-2010 alle 20:18 sul giornale del 16 aprile 2010 - 448 letture

In questo articolo si parla di ambiente, politica, michelangelo tumini, offagna, frana, sinistra e libertà





logoEV