Loreto: Pieroni, 9 anni alla guida della città e ora in Regione: ricordi e progetti

5' di lettura 15/04/2010 - Addio a Loreto. “Lunedì prossimo-ha esordito il Sindaco Pieroni- è stato convocato il Consiglio Regionale. Questo comporta la mia automatica decadenza da sindaco. Non ci sarà il commissariamento e si arriverà alla scadenza naturale del mandato. Niccoletti diventerà sindaco facente funzioni e poi sindaco a tutti gli effetti. Non ci saranno quindi ripercussioni sulla città che lascio in buone mani."

Il sindaco di Loreto Moreno Pieroni e neo consigliere regionale eletto alle recenti elezioni dello scorso 28-29 marzo, ha tenuto questa mattina una conferenza stampa in Comune,durante la quale ha illustrato i nove anni di attività a capo dell’Amministrazione di Loreto, indicando le priorità che affronterà una volta insediatosi in Regione. L’impegno verterà su quattro punti: sanità,infrastrutture, sanità e viabilità. Era presente alla conferenza anche il vicesindaco Paolo Niccoletti. “Lunedì prossimo-ha esordito Pieroni- è stato convocato il Consiglio Regionale. Questo comporta la mia automatica decadenza da sindaco. Non ci sarà il commissariamento e si arriverà alla scadenza naturale del mandato dell’Amministrazione che è prevista per l’aprile o maggio 2011. Niccoletti diventerà sindaco facente funzioni e poi sindaco a tutti gli effetti. Non ci saranno quindi ripercussioni sulla città che lascio in buone mani- ha rassicurato Pieroni- e tutto potrà essere portato avanti come prima con la stessa compagine e le stesse persone guidate da Niccoletti, nel rispetto dei programmi presi con gli elettori nel 2006.

Continuerò a collaborare con Loreto e sarò disponibile comunque anche dalla Regione. Per la lista “Insieme per Loreto” il merito va alla maggioranza e al gioco di squadra per il percorso intrapreso. Ci sono le carte in regola per poi potersi ripresentare all’appuntamento elettorale prossimo, con una compagine rafforzata, anche con nuove persone, ma con la stessa struttura. Vivo questi giorni- ha confessato Pieroni commosso- in maniera particolare. Pensavo che il commiato fosse meno difficile. Auguro a tutti, come è successo a me, di poter provare l’esperienza di sindaco della propria città. Significa avere emozioni e stimoli. L’incarico a consigliere regionale sarà diverso. E’un ruolo più programmatorio e legislativo. E’ un impegno diverso dall’amministrare una città di 12mila abitanti. So che non mancheranno gli stimoli e cercherò di raddoppiare questo mio impegno anche in Regione. Abbiamo lavorato per far crescere la città- ha ricordato il sindaco passando il testimone a Niccoletti- intrattenendo fitti rapporti con la Delegazione Pontificia che deve essere punto di riferimento e la Fondazione Carilo e la Fondazione Opere Laiche. Sono questi i tre pilastri con i quali abbiamo creato sinergia e con i quali dobbiamo continuare ad avere rapporti per portare beneficio alla città. Il mio ringraziamento va a tutte le associazioni culturali, sportive ed economiche. Loreto è tra le prime delle Marche per l’associazionismo,ed è una dimostrazione di grande vitalità. Il rapporto deve proseguire su questi binari”.

Pieroni ha ricordato i lavori ultimati in questi nove anni. “Abbiamo rafforzato infrastrutture sportive e scolastiche, completato e realizzato nuove scuole a S.Francesco, ampliato la scuola della Stazione, messo a norma le Marconi, con investimenti che in nove anni hanno superato 9milioni di euro”. Pieroni si è detto orgoglioso anche per la viabilità. “L’abbiamo adeguata. E’ divenuta più funzionale rispetto al passato e tiene in primo luogo conto della sicurezza. Siamo tra i primi Comuni della Provincia che hanno adottato le rotatorie. Da un rapporto dei Vigili di Loreto è emerso che gli incidenti a Loreto sono lievi e diminuiti. Ci abbiamo investito economicamente. Era uno dei nostri obiettivi. Sull’accoglienza,invece, tenuto conto che a Loreto passano all’anno 3 milioni e mezzo, tra turisti e pellegrini, le iniziative vanno condivise maggiormente con tutte le associazioni di categoria”. Pieroni ha parlato anche delle opere realizzate e in procinto di ultimazione. “Alcuni progetti in cantiere sono il recupero del Bastione San Gallo del ‘500. Ora lì c’è uno spazio espositivo tra i più importanti della Regione e dotato di un cinema-teatro. Sta per essere aperto il bastione a Porta Marina, che è in via di completamento, spendendo 1milione 700mila euro. I due bastioni recuperati sono importanti per le manifestazioni culturali. Obiettivo prossimo è di inserire l’ Enoteca regionale a Loreto, essendo la nostra città baricentro e punto centrale nelle Marche, senza entrare in conflitto con altre sedi. Abbiamo ristrutturato il Palasport, passato in 70 giorni da 700 a 2000 posti. Una grande dimostrazione d’efficienza!”.

Ma è sulla sanità che Pieroni ha detto come ci si dovrebbe muovere in futuro. “Riguardo la sanità da quando sono stato sindaco, ammetto, c’è stata sempre una conflittualità con la Regione. La sanità deve essere riportata al suo ruolo e potenziata con proposte avanzate concordemente dai sindaci, perché prossimamente si discuterà il Piano Sanitario Regionale. Se c’è una proposta condivisa dei sindaci, la Regione non potrà non tenere conto”. “Sono stati 9 anni importanti – ha rammentato Pieroni - perché abbiamo stabilito un rapporto di grandi contatti con i cittadini, non abbiamo mai guardato il colore politico delle persone che si rivolgevano a noi. Abbiamo ricevuto tutti e sentito tutti. Questa è la cosa importante. E’ faticoso, lo so. Ma i cittadini vogliono parlare,essere ascoltati e confrontarsi con chi amministra. Se questo percorso continuerà, la città progredirà. La congiuntura economica si è fatta sentire fortemente. Il 2009 è stato l’anno più duro per me a livello personale. Non credevo di poter vedere tante persone in difficoltà che si rivolgevano in Comune. Abbiamo cercato di dare una risposta a tutti. Ringrazio il personale, dai dirigenti, al personale interno ad esterno che mi hanno supportato. Senza di loro non avremmo avuto e raggiunto questi risultati.”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-04-2010 alle 20:32 sul giornale del 16 aprile 2010 - 654 letture

In questo articolo si parla di regione marche, politica, loreto, moreno pieroni, comune di loreto, Paolo Niccoletti





logoEV