Liste Civiche: la Park.o. avrà un bilancio in positivo per la fine del 2010; Astea ok

3' di lettura 06/04/2010 - Mentre gli altri parlano, noi lavoriamo e grazie alle nostre soluzioni alla fine del 2010 la Park.O. avrà un bilancio positivo come gli altri anni. L'Astea s.p.a. presenterà un bilancio più che positivo e l'aumento di personale è sotto gli occhi di tutti.

Per anni il PD e il PDL hanno fatto a gara a tifare per la chiusura delle società partecipate, inventando ostacoli di ogni tipo. Ora fingono solidarietà ai lavoratori, ma godrebbero da morire se la Park.o. s.p.a. dovesse chiudere. In realtà non sarà così, ma coloro che non svolgono adeguatamente il loro servizio nella società - e in linea con le richieste della gente - o migliorano o se ne vanno (come a volte ora fanno, solo per mettere in difficoltà i colleghi di lavoro, ma in ogni caso c'è la fila di persone che chiedono di lavorare).

Negli ultimi tempi, purtroppo, si sono registrate lamentele dei cittadini sul modo di svolgere il proprio lavoro da parte di alcuni dipendenti Park.O. e noi diciamo con chiarezza che i dipendenti Park.O., fin qui giustamente molto attenti ai loro diritti, debbono essere altrettanto attenti anche allo svolgimento dei propri doveri lavorativi.


I dati negativi della Park.O. nascono proprio dal fatto di aver accontentato le richieste delle opposizioni e dei sindacati che hanno voluto subito tutto il personale a tempo indeterminato (35 su 41 dipendenti, pari a 1,1 milioni di euro su 1,9 globale di bilancio). Noi avevamo avvertito del rischio che ciò avrebbe comportato ed ecco il risultato. Per fortuna di tutti, mentre gli altri parlano, noi lavoriamo e grazie alle nostre soluzioni alla fine del 2010 la Park.O. avrà un bilancio positivo come gli altri anni. In relazione ai prezzi dei servizi, basta fare il confronto con quelli praticati nelle città vicine e si vedrà che le tariffe Park.O. sono inferiori del 30%. E quanto al modello indicato dalle opposizioni (la Conerobus) tutti sanno che da anni l'azienda anconetana vive di sussistenza da parte degli enti locali per il suo pareggio annuale, altrimenti sarebbe chiusa da un pezzo.

E' inoltre davvero da ignoranti sostenere la tesi che il capitale Park.o. s.p.a. interamente in capo al Comune di Osimo rappresenterebbe un errore. Infatti, è stata solo rispettata la legge in merito emanata da un governo di centro sinistra, che ora con il governo di centro destra è cambiata (si potrà privatizzare al 40%).


Infine, sull'Astea s.p.a. i continui attacchi di Strologo hanno già avuto come risposta una querela e pensiamo proprio che il coordinatore del Pdl ne riceverà presto delle altre. In realtà, Strologo è invidioso perché fino a che è stato con noi, giustamente, non gli è mai stato assegnato alcun incarico.

L'Astea s.p.a. presenterà un bilancio più che positivo e l'aumento di personale è sotto gli occhi di tutti. A rischio non c'è il lavoro, ma il fegato degli oppositori che non ne beccano una. Infine, a Biscarini, rispondiamo che è meglio una tribù democratica che un P.C.I. in salsa osimana, come è oggi il PD.


Gruppo Liste civiche Osimo.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-04-2010 alle 18:59 sul giornale del 07 aprile 2010 - 619 letture

In questo articolo si parla di attualità, osimo, paola andreoni, astea, liste civiche, giovanni strologo, pd, pdl, parko





logoEV