Buccelli (La Destra): 'Pd e Pdl spaccati, Lega inesistente ma acchiappavoti'

Alessandro Buccelli 06/04/2010 -

I dati, con Bugaro a 500 preferenze circa, Pagani, 250, Silvetti 120, Zinni 140, dimostrano la totale spaccatura che c'é nel Pdl Osimano dove ognuno corre per qualcuno e il gruppo é inesistente. Per il PD ancora peggio: la spaccatura é più evidente, il Pd ha ottenuto 3928 voti a Osimo con Paola Andreoni a 1814 preferenze, quindi circa 2000 voti andati persi senza dare consenso alla candidata Osimana.



Anche noi siamo ad analizzare il voto degli Osimani.

Certo non siamo contenti di come sia andata, ma non sempre bisogna guardare il bicchiere mezzo vuoto.

Abbiamo confermato più o meno il voto delle Comunali con un'affluenza molto più bassa, e con una Lega Nord al sei per cento, e soprattutto con una concorrenza anche economica spietata, quindi possiamo affermare che ci siamo, e che possibilità di crescita ce ne sono; è indubbio però che non siamo riusciti a catalizzare l'interesse degli elettori con il nostro lavoro e le nostre battaglie, elettori che di fatto hanno premiato un partito che sul nostro territorio é completamente assente e di battaglie e progetti non ne ha mai fatti.

Certo non tutti leggono i giornali e non tutti sono sul web, per questo molti dei nostri progetti, dagli Acs, alla sicurezza, a San Marco, ai parcheggi rosa, alle soluzioni per il centro storico, alla ristrutturazione delle logge con un bar, e molte altre proposte, non sono arrivate all'attenzione della popolazione: per questo da oggi daremo voce alle nostre proposte in maniera più forte.

Sosteniamo però che non è solo colpa nostra, ma anche di chi non ha mai avallato nessuno di questi suggerimenti, alcuni credo molto validi; ma i protagonismi non fanno parte del nostro DNA, non abbiamo mai fatto politica per una poltrona e lo abbiamo ampiamente dimostrato, e mai lo faremo, e credo che prima o poi la coerenza pagherà, e noi continueremo a proporre sempre e comunque le nostre idee...

Veniamo però agli altri schieramenti:

Api 3777 voti con 3443 preferenze a Dino Latin: è indubbio che il gruppo delle liste civiche abbia votato abbastanza coeso, e soprattutto non ha disperso voti, e chi non voleva votare Spacca piuttosto é rimasto a casa (5000); quindi, nonostante io non sia un Rutelliano, il voto delle Liste Civiche é rimasto dentro le mura cittadine, e questo é un bene.

Poi sento i rappresentanti del PDL gridare al successo, e mi domando:

Com'è possibile gridare al successo se il primo partito delle Marche, il più votato, è sconfitto con quindici punti di distacco?

La risposta è semplice: la classe dirigente non è in grado di mediare per costituire delle alleanze valide e ottenere una coalizione vincente….e gli eletti sono sempre quelli….(il candidato presidente è stato inventato a un mese dalle elezioni: a Osimo e Jesi ad esempio non é mai venuto)….

Poi analizziamo il Pdl a Osimo:

3387 voti, contro il 9 percento delle comunali, e alle dichiarazioni "siamo aumentati", rispondo, "ci mancherebbe altro".

Se il Pdl locale con 3387 voti avesse lavorato come hanno lavorato le Liste Civiche, Secchiaroli in percentuale avrebbe ottenuto ad Osimo circa 3000 preferenze, che sommate alle altre 480 in Provincia lo avrebbero collocato al secondo posto nella lista provinciale ed oggi sarebbe in consiglio regionale, e di conseguenza Osimo avrebbe due consiglieri.

Ma i dati, con Bugaro a 500 preferenze circa, Pagani, 250, Silvetti 120, Zinni 140, dimostrano la totale spaccatura che c'é nel Pdl Osimano dove ognuno corre per qualcuno e il gruppo é inesistente: Osimo quindi specchio della Provincia e della Regione.

Per il PD ancora peggio: la spaccatura è ancora più evidente, il Pd ha ottenuto 3928 voti ad Osimo con Paola Andreoni a 1814 preferenze, quindi circa 2000 voti andati persi senza dare consenso alla candidata Osimana; con metà di questi ultimi anche lei oggi sarebbe in consiglio... quindi i consiglieri sarebbero tre.

Poi... non lamentiamoci sempre.


Da Alessandro Buccelli

portavoce de La Destra Osimo





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-04-2010 alle 18:26 sul giornale del 07 aprile 2010 - 761 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, paola andreoni, luciano secchiaroli, alessandro buccelli, la destra, pd, pdl, lega nord, elezioni regionli


Anonimo

Il Popolo_Delle Libertà 06/04/2010 <br />
..." chi fa politica col Popolo della Libertà non cerca gloria personale , essendo, animato da puro spirito di servizio alla comunità.<br />
E' per ciò che il dato, unico, che ci interessa è quello relativo all'aumento di voti a favore del nostro partito.<br />
C'è chi onora la maglia con cui "gioca" e chi, invece, ne è onorato. Noi apparteniamo alla prima specie!..."<br />
I cabito caru Buccelli quessi curene cume el barone De Cubertin. Saria cuntento de sentimmelo di da Secchiaroli se curia solo pe unurà la maja<br />
Cul'altri del pd scriene li da lora..."Avere un osimano in Regione significa molto ed allo stesso tempo significa poco"...donca vinto o no pe Andreoni è li stesso. Quessi, caro Buccelli, sia Pd che Pdl, so diversi, so trans-comunali, nun pensane solo all'orticello de lora, cume te...