Loreto: arrivano i Nomadi, concerto il 30 maggio con ospite Irene Fornaciari

01/04/2010 - Dal 22 al 30 maggio Loreto si accende con "Sapori di autore": evento organizzato dal Comune che comprende due diverse iniziative: il 1° Premio Musicale Città di Loreto “Augusto Daolio e Dante Pergreffi” (29 e 30 maggio) e il Concerto dei Nomadi (30 maggio). Sarà ospite del concerto anche Irene Fornaciari, figlia del cantante Zucchero.

Si è svolta giovedì mattina, presso la Sala del Consiglio Comunale di Loreto, la conferenza stampa di presentazione della manifestazione Sapori d’Autore, evento organizzato dal Comune di Loreto, dalla Parrocchia Sacro Cuore, dall’Associazione Augusto per la Vita e dalla Hope Music School e che comprende due diverse iniziative: il 1° Premio Musicale Città di Loreto “Augusto Daolio e Dante Pergreffi” (29 e 30 maggio) e il Concerto dei Nomadi (30 maggio). Entrambe le iniziative si svolgeranno nella cornice della ormai tradizionale “Sagra del Pesce Fritto” che ha ispirato il nome della manifestazione.

“Sapori d’autore dovrà diventare un appuntamento fisso di ogni anno per la città di Loreto: è un progetto ambizioso che vogliamo portare avanti: grazie all’amicizia dei Nomadi ci riusciremo”. Così Don Paolo Volpe ha presentato “Sapori d’Autore” che prevede un calendario davvero ricco di iniziative tutte dedicate ad Augusto Daolio, indimenticato fondatore dei Nomadi e Dante Pergreffi, bassista, entrambi scomparsi nel 1992.

Si partirà quindi il 22 maggio con l’inaugurazione di “Colori d’autore”, la mostra di dipinti di Augusto Daolio e la presentazione del libro “interviste ad Augusto Daolio” di Alberto Gedda.


Si continuerà poi venerdì 28 maggio con una serata di musica dal vivo con i Rai Oasis Tribute e sabato con le semifinali del Concorso Sapori d’autore per band emergenti per arrivare al concerto dei Nomadi con ospite Irene Fornaciari. (tutti i dettagli nel documento allegato in PDF).

Alla Conferenza Stampa erano presenti gli assessori comunali Francesco Baldoni (Politiche giovanili), Maria Teresa Schiavoni (Cultura) e Bruno Casali (Turismo), il Parroco del Sacro Cuore Don Paolo Volpe, Sergio Reggioli, violinista e percussionista dei Nomadi, la Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Loreto Ancilla Tombolini, il Presidente della Fondazione Opere Laiche e Casa Hermes e il presidente del Comitato organizzatore della Sagra del Pesce Fritto, Mauro Monachesi.

Durante la conferenza è intervenuto telefonicamente anche il fondatore dello storico gruppo dei Nomadi Beppe Carletti, entusista del grande successo riscosso dal loro concerto di otto mesi fa a

Loreto (erano presenti più di 2700 persone provenienti da tutta Italia) e pronto ed esibirsi ancora nella città mariana confermando la disponibilità del gruppo a far diventare Sapori d’autore una tappa annuale del tour del gruppo.

Bruno Casali, assessore al Turismo ha detto. “So già cosa farò come privato cittadino in quei giorni di maggio che verranno. Non mi perderò di sicuro il concerto dei Nomadi il 30. Come assessore al Turismo invece dico che siamo abituati ad eventi piccoli e grandi. Il grazie forte va a don Paolo Volpe che ha reso possibile questa manifestazione. Ringrazio il sig. Monachesi che con il volontariato aggiungono qualcosa in più e portano più gente e aiutano la crescita turistica della nostra città. Ringrazio le due fondazioni sempre presenti in questi appuntamenti, cioè Fondazione Cassa di Risparmio di Loreto e le Opere Laiche. Se posso permettermi un rilievo- ha suggerito Casali- la data di questo evento per una prossima edizione sarebbe da spostare più in là verso giugno. Sono sicuro che se la manifestazione diventasse punto fermo della stagione estiva fungerebbe come ulteriore richiamo turistico e la città tutta ne beneficerebbe”.

Francesco Baldoni, assessore alle Politiche giovanili.”Ci mettiamo poco finora in questo evento la parte scenica e logistica. L’impegno futuro- ha auspicato- è quello di diventare co-attori. Ci piace questo evento perché i giovani hanno bisogno di esprimersi e la musica assolve a questo compito, come la parte poetica. La poesia lega il corpo all’anima. Ci piace l’abbinamento Parrocchia Sacro Cuore-Nomadi, perché la parrocchia è formativa e ultimo presidio contro il degrado culturale e morale. Le canzoni dei Nomadi sono un bagaglio espressivo notevole , che intercetta canali di speranza che sono utili per i giovani”.

Maria Teresa Schiavoni
, assessore Cultura ha tenuto a ringraziare gli artefici dell’iniziativa che oltre a Don Paolo sono il sindaco Pieroni, l’arcivescovo mons. Giovanni Tonucci, Mauro Monachesi e il sig. Ascani. “Questa del Sacro Cuore è una parrocchia giovane che sente i giovani e li ascolta. Questi otto giorni saranno un appuntamento- ha concluso la Schiavoni- che sapranno racchiudere valori umani e di spiritualità che sapranno far crescere e arricchire ancor di più la nostra città”.


...

...






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-04-2010 alle 17:56 sul giornale del 02 aprile 2010 - 1242 letture

In questo articolo si parla di loreto, spettacoli, Maria Teresa Schiavoni, nomadi, zucchero, bruno casali, irene fornaciari, beppe carletti, franco baldoni, Ancilla Tombolini, mauro monachesi e piace a Michela_Sbaffo