Simoncini: ADSL a Passatempo, accordo del Comune con FASTNET

Stefano Simoncini 31/03/2010 - Devo precisare che per iniziativa del Sindaco Latini, viste le negative risposte di Telecom alla richieste dell'amministrazione comunale rivolte al fine di avere linee Adsl in alcune frazioni di Osimo, l'amministrazione comunale di Osimo ha fatto un accordo già da un paio d'anni con FASTNET per la copertura wireless in dette zone, tra cui Passatempo.

Devo precisare che per iniziativa di Latini nel corso del suo mandato da Sindaco viste le negative risposte di Telecom alla richieste dell'amministrazione comunale rivolte al fine di avere linee Adsl in alcune frazioni di Osimo, l'amministrazione comunale di Osimo ha fatto un accordo già da un paio d'anni con FASTNET per la copertura wireless in dette zone, tra cui Passatempo. Le modalità ed i costi per accedere al predetto servizio sono consultabili sul sito del comune di osimo.

Riporto di seguito tutte le informazioni necessarie.


WIXAN è il nome della rete WiFi adottata dal Comune di Osimo per superare il "Digital Divide" a favore dei propri cittadini per collegare ad internet, in modalità wireless, la propria abitazione, ove non esiste la linea ADSL tramite linea telefonica. Sono disponibili varie modalità ad esempio per le abitazioni private connessioni a 2 o 4 Mbs ma anche per il business da concordare con la Fastnet di Ancona che provvede a raccogliere le richieste, verificare la possibilità di collegamento e successivamente a proporre l'abbonamento piu' adatto alle esigenze.

La tecnologia prevede che si istalli una antenna ricevente all'esterno della propria abitazione o azienda che consentirà poi di raccogliere il segnale internet radiotrasmesso e mandarlo al proprio Personal Computer.

Per coloro che non hanno sottoscritto l'adesione, e sono interessate, inseriamo qui in allegato il modello da inviare alla Azienda FastNet Ancona 071 291311 - sito web www.wixan.fastnet.it





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-03-2010 alle 16:30 sul giornale del 01 aprile 2010 - 2846 letture

In questo articolo si parla di attualità, adsl, osimo, stefano simoncini, passatempo, telecom, fastnet e piace a Michela_Sbaffo


Bravo sindaco almeno anche li potrano tutti leggere il programma della lega....;)

Facciamo seguito al comunicato del Comune di Osimo dando atto alla sua Amministrazione di essersi adoperata per la soluzione del problema ADSL senza però, a nostro avviso, raggiungere i risultati richiesti, dovuti e prefissati. Infatti se da un lato risulta innegabile che talune famiglie siano state messe in condizione di accedere alla rete attraverso la cosiddetta rete WIXAN è di tutta evidenza che tali famiglie risultano essere una minima parte rispetto al bacino d’utenza richiedente l’ ADSL. In molti, anzi in moltissimi casi la rete WI-FI di cui sopra non riesce a raggiungere la stragrande maggioranza dei richiedenti tale servizio per motivi diversi che vanno dall’assoluta impossibilità di stabilire un qualsiasi collegamento a causa del posizionamento della propria abitazione o alla improbabile quanto assurda eventualità di dover apporre la famosa piccola antennina ricevente di circa 20 cm. di lato in cima ad un palo di 4 metri !!!! Posta quest’ultima condizione davvero inpraticabile, non fosse altro che per la deturpazione estetica delle abitazioni e per l’assoluta precarietà di tale collegamento, riteniamo tuttavia queste problematiche secondarie ad un principio assolutamente primario per il quale assumendo il diritto ad avere pari trattamenti e quindi pari opportunità non si capisce perché chi abita, ad esempio, in zona Padiglione, debba spendere molto meno di chi invece ha la propria dimora a Passatempo ?!?! Il fortunato “Homo Padiglionis” , infatti non paga un canone per la linea veloce, o meglio, ciò che paga per la linea veloce gli consente di fare chiamate urbane ed interrurbane senza aggravio di spesa alcuna, non solo, ci piace precisare inoltre, che la così detta linea veloce WIXAN non è affatto da considerarsi tale poiché infinite prove hanno dimostrato che la velocità di trasferimento dati è nella migliore delle situazioni pari a metà della vera ADSL, senza considerare, poi, che spesso la “velocità” si dimezza ulteriormente in situazioni metereologiche avverse fino a raggiungere, in taluni ma non sporadici casi, l’assurdo della totale disconnessione . <br />
Traendo le dovute conclusioni ci sentiamo di poter affermare che la WIXAN se da un lato può costituire un palliativo alla mancanza della “VERA LINEA VELOCE” dall’altro non è in grado di garantire tale servizio alla totalità della popolazione delle zone interessate per cui fermo restando il principio di pari diritti e pari opportunità la WIXAN è da considerarsi solo una scelta dal basso rapporto prezzo/prestazioni che comunque non può ne potrà soddisfare le esigenze di tutti siano essi liberi cittadini o aziende. <br />
E …………, dulcis in fundo, facendo riferimento a quanto affermato da questa amministrazione nel Blog dell’Ill.mo Sindaco Simoncini, ci sentiamo di contestare totalmente l’affermazione: “questa amministrazione ha messo a disposizione della popolazione una soluzione che sta dando risultati molto soddisfacenti all’utenza (…..) “, poiché crediamo che ciò che è stato messo a disposizione dell’utenza stessa sia un mezzo molto costoso, non paritario e per di più a carico del cittadino per usufruire di una opportunità che dal mondo intero è considerata ormai un diritto inprescindibile dalla vita di ognuno di noi ed allora chiediamo a questa amministrazione: “ma se avessimo bisogno assoluto di una strada il compito della nostra Governance sarebbe quello di provvedere alla sua costruzione o più semplicemente quello di segnalarci l’impresa edile stradale a cui riferirci pagando la strada di tasca nostra” ?<br />
Mah ………………….?!?!?<br />
Certi che questa nostra possa ricevere una PLAUSIBILE risposta, salutiamo cordialmente.<br />

Facciamo seguito al comunicato del Comune di Osimo dando atto alla sua Amministrazione di essersi adoperata per la soluzione del problema ADSL senza però, a nostro avviso, raggiungere i risultati richiesti, dovuti e prefissati. Infatti se da un lato risulta innegabile che talune famiglie siano state messe in condizione di accedere alla rete attraverso la cosiddetta rete WIXAN è di tutta evidenza che tali famiglie risultano essere una minima parte rispetto al bacino d’utenza richiedente l’ ADSL. In molti, anzi in moltissimi casi la rete WI-FI di cui sopra non riesce a raggiungere la stragrande maggioranza dei richiedenti tale servizio per motivi diversi che vanno dall’assoluta impossibilità di stabilire un qualsiasi collegamento a causa del posizionamento della propria abitazione o alla improbabile quanto assurda eventualità di dover apporre la famosa piccola antennina ricevente di circa 20 cm. di lato in cima ad un palo di 4 metri !!!! Posta quest’ultima condizione davvero inpraticabile, non fosse altro che per la deturpazione estetica delle abitazioni e per l’assoluta precarietà di tale collegamento, riteniamo tuttavia queste problematiche secondarie ad un principio assolutamente primario per il quale assumendo il diritto ad avere pari trattamenti e quindi pari opportunità non si capisce perché chi abita, ad esempio, in zona Padiglione, debba spendere molto meno di chi invece ha la propria dimora a Passatempo ?!?! Il fortunato “Homo Padiglionis” , infatti non paga un canone per la linea veloce, o meglio, ciò che paga per la linea veloce gli consente di fare chiamate urbane ed interrurbane senza aggravio di spesa alcuna, non solo, ci piace precisare inoltre, che la così detta linea veloce WIXAN non è affatto da considerarsi tale poiché infinite prove hanno dimostrato che la velocità di trasferimento dati è nella migliore delle situazioni pari a metà della vera ADSL, senza considerare, poi, che spesso la “velocità” si dimezza ulteriormente in situazioni metereologiche avverse fino a raggiungere, in taluni ma non sporadici casi, l’assurdo della totale disconnessione . <br />
Traendo le dovute conclusioni ci sentiamo di poter affermare che la WIXAN se da un lato può costituire un palliativo alla mancanza della “VERA LINEA VELOCE” dall’altro non è in grado di garantire tale servizio alla totalità della popolazione delle zone interessate per cui fermo restando il principio di pari diritti e pari opportunità la WIXAN è da considerarsi solo una scelta dal basso rapporto prezzo/prestazioni che comunque non può ne potrà soddisfare le esigenze di tutti siano essi liberi cittadini o aziende. <br />
E …………, dulcis in fundo, facendo riferimento a quanto affermato da questa amministrazione nel Blog dell’Ill.mo Sindaco Simoncini, ci sentiamo di contestare totalmente l’affermazione: “questa amministrazione ha messo a disposizione della popolazione una soluzione che sta dando risultati molto soddisfacenti all’utenza (…..) “, poiché crediamo che ciò che è stato messo a disposizione dell’utenza stessa sia un mezzo molto costoso, non paritario e per di più a carico del cittadino per usufruire di una opportunità che dal mondo intero è considerata ormai un diritto inprescindibile dalla vita di ognuno di noi ed allora chiediamo a questa amministrazione: “ma se avessimo bisogno assoluto di una strada il compito della nostra Governance sarebbe quello di provvedere alla sua costruzione o più semplicemente quello di segnalarci l’impresa edile stradale a cui riferirci pagando la strada di tasca nostra” ?<br />
Mah ………………….?!?!?<br />
Certi che questa nostra possa ricevere una PLAUSIBILE risposta, salutiamo cordialmente.<br />