Parentopoli osimana, PRC: \'Un malcostume che coinvolge civiche e Pd\'

prc 1' di lettura 11/02/2010 - Che Osimo non sia una sorta di Parentopoli è difficile da credere, visto che è lo stesso sindaco a elencare una serie significativa di casi che coinvolgono gli amministratori della sua giunta. Se è vero che non c\'è nulla di illegale nell\'affidare incarichi a parenti e amici degli assessori, è altrettanto vero che ciò dimostra malcostume e scarso rispetto per la cosa pubblica.

\"Che Osimo non sia una sorta di Parentopoli è difficile da credere, visto che è lo stesso sindaco a elencare una serie significativa di casi che coinvolgono gli amministratori della sua giunta. Se è vero che non c\'è nulla di illegale nell\'affidare incarichi a parenti e amici degli assessori, è altrettanto vero che ciò dimostra malcostume e scarso rispetto per la cosa pubblica. Del resto, come stupirsi, quando per una popolazione di poco più di 30 mila abitanti si costituiscono 17 partecipate?\"

Così Roberto Lampa, segretario cittadino di Rifondazione Comunista, commenta il caso degli incarichi legali affidati ai legali Foria e Soligo.

\"Il problema è ben più ampio - continua Lampa - e riconosciamo al sindaco di essere nel giusto quando ricorda alcuni casi che investono i dirigenti del Pd osimano, ai quali se ne potrebbero aggiungere molti altri. Ma, come dicevano i latini, similia cum similia, e infatti Andreoni e Latini si presenteranno insieme a queste regionali per sostenere Spacca e non è difficile immaginare che, quando sederanno insieme allo stesso tavolo, questi screzi saranno ben presto un lontano ricordo\".

Osimo, 11 febbraio 2010

Partito della Rifondazione Comunista
Roberto Lampa





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-02-2010 alle 18:36 sul giornale del 12 febbraio 2010 - 882 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, stefano simoncini, prc, roberto lampa, dino latini





logoEV