Liste Civiche: \'Aumenti hanno senso solo se creati nuovi servizi\'

30/10/2009 - Gli aumenti che l\'Astea s.p.a. prevede di effettuare nel campo delle tariffe idriche e del servizio igiene urbana hanno senso solo se a fronte di essi vi sono effettivi nuovi servizi per i cittadini. Per quanto riguarda il servizio idrico integrato è ora che l\'Astea s.p.a. metta mano alla realizzazione del programma di interventi stabiliti nel bugdet 2004-2007, ancora fermo senza motivo soltanto alla realizzazione del secondo collettore fognario di Osimo Stazione.

Sugli aumenti Astea

Gli aumenti che l\'Astea s.p.a. prevede di effettuare nel campo delle tariffe idriche e del servizio igiene urbana hanno senso solo se a fronte di essi vi sono effettivi nuovi servizi per i cittadini. Per quanto riguarda il servizio idrico integrato è ora che l\'Astea s.p.a. metta mano alla realizzazione del programma di interventi stabiliti nel bugdet 2004-2007, ancora fermo senza motivo soltanto alla realizzazione del secondo collettore fognario di Osimo Stazione. Il servizio porta a porta di igiene urbana deve invece avere la certezza che a fine 2010 inizio 2011 ci siano le prime diminuzioni di tariffa per le famiglie, anche perché il nuovo impianto di selezione rifiuti di San Biagio produrrà un notevole utile. Senza queste precise garanzie da parte dell\'Astea s.p.a. al Comune di Osimo gli aumenti non sono giustificabili.


Sull\'ospedale

L\'area a San Sabino in cui doveva sorgere il nuovo ospedale è completamente abbandonata ed è diventata il regno di ratti e altri animalacci, nonché di scarrozzate di moto e auto da cross e di altri poco edificanti e poco legittime attività. Una vergogna su vergogna. Occorre recintare l\'area e metterla in sicurezza, nonché ripulirla e, visti i tempi ancora lunghi, metterla a coltivazione, trattandosi di oltre 8 ettari di terreno. La Asur dovrebbe dare l\'esempio di non disperdere patrimoni della collettività in attesa che si decida della sua destinazione definitiva. Del resto, ad oggi la titolarità formale del bene è ancora del Comune di Osimo.


Sull\'ex Muzio Gallo

Stesso discorso per quanto riguarda l\'ex Muzio Gallo che versa da decenni nel più squallido abbandono. Noi appoggiamo l\'iniziativa degli abitanti del posto che vogliono almeno salvare il parco dell\'ex ospedale in attesa che venga data una destinazione certa al tutto. Nessuna notizia invece dalla Regione e dalla Asur per confermare o meno l\'impegno assunto nell\'aprile 1990 di una destinazione del bene a R.S.A. della Lega del Filo d\'Oro. Se questo comportamento l\'avessero tenuto le Liste Civiche, quanti esposti a tutte le procure d\'Italia i fantomatici comitati per la difesa dell\'ambiente e del territorio avrebbero fatto?


Sull\'impianto biomasse

Sulla localizzazione dell\'impianto di biomasse, alcuni ci hanno posto il tema del perché non ubicarlo nel sito indicato nell\'incontro tenuto presso il consiglio di quartiere di Padiglione due anni fa circa. Se ne può discutere il 5 novembre prossimo nello specifico consiglio di quartiere indetto.



Sul traffico di via Marco Polo

Nel 2005 i mezzi di comunicazione che oggi contestano il traffico in via Marco Polo avevano fatto una campagna di stampa sul fatto che la via non aveva un forte impatto di traffico. Allora contestammo tale versione come oggi contestiamo che sia all\'improvviso aumentato il volume di auto. Tutto sta come sempre nel fatto che per passare Osimo da una parte all\'altra della città nelle ore di punta ci vogliono tre quarti d\'ora. La strada di bordo è più che una necessità.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-10-2009 alle 16:23 sul giornale del 31 ottobre 2009 - 2856 letture

In questo articolo si parla di traffico, ospedale, politica, osimo, astea, liste civiche, marco polo, impianto a biomasse


Leggo questo articolo delle Liste civiche, preceduto di poco nel pomeriggio da quello del Comune di Osimo in cui, contraddicendosi l\'un l\'altro, in riferimento alla tariffa rifiuti 2010 da una parte si parla di aumento ( e per giustificarlo forzatamente, inutilmente si allega un prospetto che guarda caso non riguarda mai e comprende la mia famiglia= 3 componenti/110 mq. ) mentre nell\'altro articolo quì sopra asserisce che \" il porta a porta di igiene urbana deve invece avere la certezza che a fine 2010 ci siano le prime diminuzioni di tariffa per le famiglie\". Probabilmente \'me sò stubbidido per davvero\', ma non ci capisco più proprio un bel nulla. Non si capisce chi questi siano, che giacca indossino e quale sedia occupino; penso che l\'Armata Brancaleò era più unita ed efficiente. Chiedo dunque cortesemente, sempre che lo vogliate concedere, un aiutino di comprendonio a \'colpoditacco\' sempre così tanto arguto, od a Lampa sempre tanto schietto e realista, od a chiunque altro voglia commentare in merito affinchè io non debba andare veramente sulla Luna a riprendere il mio senno. Grazie infinite.

Caro Mariano, non c\'è bisogno di andare sulla Luna, per capire come si muovono le Liste Civiche con tutto il loro contorname devi stare con piedi per terra, anzi, con la terra sotto i piedi. Le Liste Civiche osimane e tutto il loro contorname praticano, con chi ci sta ovviamente, il kamasutra politico: tutte le posizioni per godere quanto più a lungo possibile del potere. Lascio a te le conclusioni su come fare per interrompere questo ciclo.

Grazie \'colpoditacco\'. La tua risposta era chiaramente purtroppo ovvia ed io, sul come fare per interrompere questo ciclo, l\'ho scritto in un altro commento il 31/10/2009 ore 13:00:31 che quando noi osimani andiamo a votare \"nun cabimo proprio un cacchio\" e \" semo proprio senza testa \". Ed ancora che loro fanno \"su la testa e giù i pantaloni\", ma almeno non deve essere contro la nostra volontà ed indisponibilità individuale.




logoEV