Biscarini (PD): \'Giro di vite sul personale Geos..solo per immagine?\'

3' di lettura 11/10/2009 -

Sarebbero piovute da parte del Consiglio di Amministrazione delle richieste piuttosto bislacche ai dipendenti: gli è stato chiesto di distribuire l\'orario su varie fasce orarie, soprattutto pomeridiane e ciò semplicemente per far vedere ai cittadini osimani che i dipendenti della Geos lavorano a tutte le ore. 




Sabato 3-09-09 si è svolta la riunione della Geos alla presenza del presidente Coletta, degli assessori Pirani e Francioni e del Consiglio di amministrazione.

Risulta dalle molteplici voci che si sono rincorse in questi giorni che la riunione sia stata infiammata da un vento di rivolta e scontento da parte dei dipendenti.

L’assessore Pirani ha esordito parlando del patto di stabilità del Comune, lasciando però l’intera assemblea all’oscuro sulle reali condizioni del bilancio della Geos. Non ha fatto neanche cenno alla volontà di cedere il 30% del capitale a privati come è già stato stabilito nell’ultimo Consiglio Comunale. Chissà se il tema avrebbe interessato i dipendenti? Meglio lasciarli all’oscuro e che lo sappiano a giochi fatti: avessero mai a contestare!

Poi sono piovute da parte del Consiglio di Amministrazione delle richieste piuttosto bislacche ai dipendenti: gli è stato chiesto di distribuire l’orario su varie fasce orarie, soprattutto pomeridiane e ciò semplicemente per far vedere ai cittadini osimani che i dipendenti della Geos lavorano a tutte le ore.

Praticamente non ci sarebbero altre motivazioni tecniche o di merito, bensì le richieste sarebbero in funzione dell’immagine da dare all’esterno. Verrebbe da dire che ciò potrebbe anche andare bene, purché valesse per tutti. Perché pare che un importante parente di un importante amministratore il giovedì si faccia bene bene tutto il mercato e che goda di orari, diciamo, flessibili.

Ma tornando al dunque: la richiesta di tali strani orari è stata fatta con toni al limite della prepotenza da parte dei consiglieri del Cda; in teoria il Cda dovrebbe difendere gli interessi dell’azienda, invece pare che i consiglieri fedeli (tutti in lista nelle Civiche al momento delle elezioni, tranne Moffa, componente offagnese del Pd – ma quante strane cose accadono) si siano attenuti alla linea data dal Palazzo.

E’ certo che se tra di essi fosse stato presente qualche esponente delle minoranze, magari i dipendenti della Geos avrebbero avuto qualcuno che li avrebbe difesi.

Deve essere stato un brutto colpo per tanti dipendenti “afecionados” delle Liste Civiche: un simile colpo basso non se lo sarebbero mai aspettato.

Udite udite, sembra pure che i dipendenti inizino a pensare ad una apertura al sindacato! Mamma mia che rivoluzionari, speriamo che a Dino non abbiano detto nulla! Andrebbe fuori di testa ed ora con la corsa ad ostacoli verso le regionali, una bega così proprio non gli ci vorrebbe!

Matteo Biscarini

da Matteo Biscarini
Componente la Direzione Comunale PD




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-10-2009 alle 15:13 sul giornale del 12 ottobre 2009 - 911 letture

In questo articolo si parla di attualità, osimo, partito democratico, dino latini, matteo biscarini, geos





logoEV