Pd: Italia centrale schiacciata tra Bossi ed il partito del sud

06/10/2009 - \"La Lega Nord e il cosiddetto Partito del Sud hanno avviato un pericoloso dibattito in questo Paese che, nella logica di una contrapposizione geografica e non solo, ha portato fino ad ora all’unico risultato di “schiacciare” le regioni del centro Italia. C’è uno scontro di solo “potere” all’interno del Governo e del Parlamento, e questo non è più accettabile.

La crisi economica ci restituisce l’immagine di una Italia in grande difficoltà, di una nazione che può risollevarsi solo con il contributo di tutti. Credo che oggi le regioni centrali possano e debbano giocare un ruolo determinante sia nell’immagine dell’unità del Paese sia nella ripresa economica. Per anni gli imprenditori e gli amministratori di queste terre sono stati indicati come esempi virtuosi di buona imprenditoria e di buon governo dove la qualità della vita è la più alta d’Italia. Oggi, questa immagine rischia di cambiare.


Le piccole imprese, che sono gran parte della nostra imprenditoria, soffrono la crisi economica al punto tale di essere, per molte di esse, in discussione addirittura la riapertura dopo le ferie agostane ed i lavoratori non potranno usufruire neanche degli ammortizzatori sociali. Le forze politiche di maggioranza e di opposizione devono avere ben chiaro che lo sviluppo non si gioca sulle contrapposizioni, sul peso dell’elettorato, ma sulla visione unitaria del Paese, come ben ci ricorda il presidente Napolitano.


E non può esserci visione unitaria se non viene coinvolto il centro Italia, la cerniera che, non solo geograficamente, tiene unita questa nazione. L’agenda politica dei prossimi mesi deve tenere conto di queste necessità, deve prevedere iniziative concrete che diano il segnale che questo non sarà uno dei tanti dibattiti inascoltati. Dobbiamo, per primi noi Amministratori, organizzarci, progettare assieme questo importante pezzo d’Italia, concordare interventi, promuovere e sostenere la nostra economia, aprire un tavolo di confronto con il Governo.


Crisi economica, sanità, ripartizione fondi europei, infrastrutture, federalismo (che ad oggi è solo un titolo senza risorse concrete), sono i temi che dobbiamo affrontare e risolvere. Qui non ci sono rivendicazioni partitiche, c’è solo la necessità di uscire assieme dalla crisi, anche meglio di prima, riaffermando che il progetto per questo Paese non solo deve essere unico, ma deve avere una attenzione particolare verso le necessità di ogni singola regione\".


E’ questa la motivazione dalla quale nasce l\'incontro pubblico dal titolo: \"Il Centro Italia schiacciato tra Bossi e Berlusconi\" organizzato dal Pd e dal Gruppo Pd in Consiglio provinciale rivolto ad amministratori locali, dirigenti, simpatizzanti ed elettori Pd.

Il dibattito lanciato nelle scorse settimane dal Presidente della Provincia di Pesaro Urbino, Matteo Ricci, che per farlo ha creato anche un apposito gruppo su Facebook, è stato poi raccolto dal candidato alla Segreteria regionale del Pd delle Marche, Palmiro Ucchielli e dalla Presidente della Provincia di Ancona Patrizia Casagrande con degli articoli specifici sulla stampa.

Ne discuteremo con i protagonisti stessi. All\'incontro coordinato dal capogruppo Pd in Consiglio provinciale Leonardo ANIMALI, interverranno Patrizia CASAGRANDE, Fiorello GRAMILLANO, Emanuele LODOLINI, Matteo RICCI, Palmiro UCCHIELLI.

L’incontro si terrà il 9 ottobre a Jesi presso il Centro Direzionale Zipa, via dell’Industria.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-10-2009 alle 17:03 sul giornale del 07 ottobre 2009 - 1007 letture

In questo articolo si parla di politica, jesi, osimo, senigallia, ancona, centro, fabriano, pd, italia, nord, sud


Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Io direi: il centro-Italia schiacciato tra industriali virtuosi (si scrive Merloni di legge PD) e compagni smemorati...<br />
<br />
COn le risorse che ha la nostra regione, si potrebbe stare veramente meglio... eppure...

No... per favore... vi prego... smettetela subito con questa ca@@#@a!!! Non è così che si contrasta la Lega (che acquista consensi). E poi, ne sentiremo anche troppe in campagna elettorale.

P.S. Affitto sala: 300 euro? 200? 500? Viaggio e benzina relatori, compresa autista auto blu: 300 euro (+ inquinamento inutile). Viaggio e benzina di-chi-non-può-far-a-meno-di-esserci se no è cazziato: 300 euro? Tempo segreteria per elaborare, impaginare, spedire volantino: 300 euro (se è veloce).<br />
<br />
TOTALE: dai mille100 ai mille400 euro. Dateli a tre famiglie bisognose per pagare le bollette...

Che triste elenco di personaggi, da chi è riuscito a perdere Falconara M.ma a chi si è lasciato sfuggire sette comuni del pesarese, a chi invece sta galleggiando su una crisi oramai dichiarata al comune di Ancona, che non è riuscito a far leggere il proprio candidato alla Multiservizi, per l\'opposizione di una parte del PD.<br />
Andate avanti così che la Lega ringrazia.

E ciò che rattrista ancora di più è che con tutta questa confusione le Liste populiste vengono a galla.

non pagano nulla<br />
la ZIPA è cosa loro<br />
<br />
piuttosto<br />
che c\'entra l\'ente di gestione delle zone industriali e produttive della provincia di Ancona con Bossi e il partito del sud?

Concordo,<br />
<br />
Sarà l\'ora, ma leggere che \"Qui non ci sono rivendicazioni partitiche, c’è solo la necessità di uscire assieme dalla crisi\" in un incontro che si intitola \"Il Centro Italia schiacciato tra Bossi e Berlusconi\" e che è riservato ad amministratori, aderenti e simpatizzanti del PD, mi sembra un contrasto notevole.<br />
<br />
.

votano Lega per tutta la speculazione edilizia tipo senigallia 5 stelle, con i comuni interni che spesso svendono il territorio ai palazzinari, da cui si riempioni di esuli costieri autoctoni o meno.. e gli pare l\'invasione, i servizi so quello che so, la mediazione culturale pare solo ad un verso (da loro a noi) e si vota lega<br />
<br />
più o meno sarà 1 roba del genere

mi sembra il minimo! ma non dovrebbe essere rattristato dal risultato della confusione, dovrebbe esserlo per le cause, e non è mica un male che le liste \"populiste\" vengano a galla, sono una sorta d\'infanzia del tentativo di un ricambio amministrativo credo

Se il Pd ha iniziato sta iniziando a perdere le \"regioni rosse\" forse dovrebbe interrogarsi sui fallimenti della sua politica locale.<br />
Dopo 40 anni di certezze granitiche ora il centro destra (Pdl) ha preso più voti del centro sinistra (Pd) nelle Marche ed in Umbria.<br />
Nonostante le clientele, i favoritismi, gli appalti sospetti concessi ai soliti noti si perdono consensi; sarà che i cittadini sono stanchi di questa pessima politica?<br />
L\'unico modo per non essere \"schiacchiati\" dalla Lega e da Berlusconi è governare bene il territorio e voi, specie nella nostra regione, non l\'avete mai fatto.

Per favore smettetela con questi Convegni riservati agli addetti ai lavori!!!Sono ben altri ed in altro modo i problemi da risolvere per superare questa crisi...a proposito,care/i democratiche/ci,ma questa crisi che cos\'è:un\'epidemia o il risultato di quanto questa società che si regge sul profitto e irrispettosa dei più elementari diritti,ha prodotto?(Altro che capitalismo buono ed imprenditoria attiva!Se non ci fosse la classe lavoratrice(manuale ed intellettuale)i e la piccola imprenditoria e l\'artigianato ed il piccolo commerciante ecc.ecc.)Il capitalismo sinora, ha \"governato\"con il consenso del moderatismo politico e della destra attiva.Ritornate a fare vera politica ed impegnatevi per programmi,veramente alternativi al Berlusca e Soci,su problemi quali:il diritto allo studio,al lavoro,alla casa ,all\'accoglienza,all\'assistenza (sanitaria e non),tanto per accennarne alcuni.Date una prospettiva a quante/i,sfiduciati dai governi (di centro-destra e di centro-sinistra)si sono allontanate/i dalla politica attiva che da impegno quotidiano a favore del popolo lavoratore si è ridotta ad un mestiere come tanti in cui prevale la spartizione delle poltrone (purtroppo),passaggio obbligato,per avanzare di carriera.Ritornate a parlare tra la gente se veramente volete confrontarvi,per proporre una soluzione,(sulla quale poi costruire alleanze)e dare veramente battaglia evitando inciuci che e nel presente e nel passato hanno creato e stanno creando pericolosi passaggi di crisi che non servono per la governabilità stabile (quella vera)del Paese.Buon lavoro in questo senso.Smettetela di lodarvi e sbrodarvi tra di voi come se sentiste la necessità di dirvi (sino alla noia)come siete state/i e come siete brave/i.Le sinistre hanno bisogno di una forte aggregazione e non di accordi verticistici che preoccupati di garantire i privilegi dei soliti noti (faccio nomi?),dimenticano la salvaguardia e la difesa dei diritti,evidenziati sopra.E\' mai possibile che le sinistre stanno vincendo in tanti Paesi del Mondo ed in Italia siete riusciti a distruggere la più forte ed organizzata opposizione per arrivare a costruire un Partito moderato,rincorrendo il ceto politico di centro con l\'illusione di attrarre il suo elettorato ed ottenere una maggioranza?Quale?I risultati,da anni,sono sotto i nostri occhi.Dal 33 per cento ed oltre,a pochi punti dall\'allora Dc ...Un saluto ed un augurio:nell\'interesse del Paese,cambiate rotta perchè il moderatismo e le sue politiche creerà solo illusioni,lasciando il governo del nostro Paese in mano ai vari Berlusca di turno.Giorgio Bendelari

fabio bucci

Off-topic

Perchè dici \"cambiate\",tu non vivi come tutti in mezzo alle altre persone? Non ti alzi la mattina? Non vai a lavorare? Non compri ciò che ti serve?Non usi i servizi pubblici? Allora, se c\'è qualcosa che non ti và nella vita pubblica e politica di questo paese devi dire \"cambiamo\". Lotta per ciò che credi, basta con le prediche <br />
alla classe \"politica\" non serve piu\' e roba vecchia!!!Io ti dò un consiglio \"pensa globalmente ma agisci localmente\" potrebbe essere un buon inizio.