Osimo in Comune: Ospedale, delusione per l\'emendamento

24/07/2009 - \"Osimo in Comune\" rileva, con rammarico, come un consigliere regionale di RC, firmando l\'emendamento di vendita dell\'ospedale \"Ss. Benvenuto e Rocco\" di Osimo, abbia disatteso gli accordi che i rappresentanti locali del suo stesso partito hanno concluso nell\'Assemblea Sociale.

Il prezzo politico, ed il suo relativo costo, si ricava dalla posizione dei piccoli che, per mantenere le traballanti sedie ormai tarlate, sulle quali siedono ancora per poco, firmano emendamenti come quello discusso martedì 21 luglio in Consiglio regionale nel quale si prevede l\'alienazione dell\'Ospedale \"Ss Benvenuto e Rocco\" di Osimo.

Vendere o meglio, come la politica delle privatizzazioni ci ha insegnato, \"svendere\" una struttura ospedaliera pubblica a soggetti esterni alle istituzioni pubbliche significa non tenere in considerazione alcuna le altre possibili destinazioni d\'uso che un immobile, come quello ospedaliero possa avere, porgendolo sul piatto d\'argento a potenziali speculatori e affaristi immobiliari che l\'utilizzeranno per costruire i soliti appartamenti di pregio.

\"Osimo in Comune\", di concerto con l\'Assemblea Sociale, aveva stilato un programma sociale all\'interno del quale si prevedeva l\'insediamento dell\'ospedale di rete in una zona baricentrica che coprisse i comuni di Osimo, Castelfidardo, Loreto e Recanati, rispettando così l\'ubicazione della maggiore densità di popolazione osimana nella zona sud, oltre a quelle degli altri tre comuni. Inoltre l\'Assemblea Sociale, sempre nel suo programma presentato alle ultime elezioni amministrative, considerava indispensabile il mantenimento di una struttura sanitaria pubblica poliambulatoriale a disposizione dei cittadini osimani per interventi sanitari ordinari. Punti programmatici che \"Osimo in Comune\" non intende tradire, ribadendo che l\'ospedale di rete che si andrà ad insediare nella zona Aspio-Camerano è un doppione di quello regionale di Torrette, continuando a lasciare scoperta dal servizio sanitario pubblico tutta la zona sud della provincia.

\"Osimo in Comune\" rileva, con rammarico, come un consigliere regionale di RC, firmando l\'emendamento di vendita dell\'ospedale \"Ss. Benvenuto e Rocco\" di Osimo, abbia disatteso gli accordi che i rappresentanti locali del suo stesso partito hanno concluso nell\'Assemblea Sociale, tuttavia comprendiamo quanto ancora sia importante, date le rendite di posizione sempre più marginali, garantirsi il cosiddetto \"piatto di lenticchie!\"


Lista \"Osimo in Comune\"






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-07-2009 alle 16:41 sul giornale del 24 luglio 2009 - 2612 letture

In questo articolo si parla di regione marche, politica, ospedale di rete, simone bompadre, osimo in comune


Fammi capire, ma allora sarebbe colpa di Rifondazione?<br />

Purtroppo, e spiace dovertelo dire per via telematica prima che di persona, questo articolo conferma i tuoi pregi ed i tuoi difetti, caro Simone.<br />
<br />
I tuoi pregi sono che, indubbiamente sei una persona generosa, onesta ed altruista che si è spesa con coraggio per tutta una lunga campagna elettorale difficilissima e che merita per questo tutta la mia gratitudine.<br />
<br />
I tuoi difetti, non me ne volere, si riassumono in uno soltanto, ma grande come una casa per chi come te ambisce a far politica: sei una persona assolutamente impreparata per tutto ciò che riguarda la pubblica amministrazione (atti, delibere, emendamenti, o.d.g. ...) e, purtroppo lo hai dimostrato anche questa volta.<br />
<br />
Se avessi almeno letto l\'emendamento prima di scrivere questo comunicato, sapresti che esso vale dalla realizzazione del nuovo polo ospedaliero in poi e non certo da domani!<br />
<br />
Dunque ti chiedo: qual è il senso di tenere l\'ospedale vecchio quando si avrà quello nuovo e posto che nel mentre nessuno lo toccherà?<br />
<br />
Semmai, andrebbe la pena controllare bene dove andranno i fondi derivanti dall\'alienazione: eivdentemente sarebbe molto grave se la Regione non li destinasse al sociale...ma è ancora presto per dirlo! <br />
<br />
Ultimo,ti ricordo che alienare non significa privatizzare (!)<br />
Semplicemente, come per l\'ex-Corridoni che la provincia ha alienato, è presumibile che il Comune di Osimo potrà godere di condizioni privilegiate per rilevare l\'immobile e destinarlo ad uso pubblico.<br />
Dunque perchè dai per scontata la privatizzazione? <br />
<br />
Proprio non capisco.<br />
<br />
Roberto Lampa<br />
<br />
Ps: a propèosito di lenticchie, non costringermi in pubblico, caro Simone, a ricordare quante lenticchie c\'erano nel piatto che qualcuno ha elemosinato nello scorso turno di ballottaggio, qui ad Osimo...facciamo che ognuno pensa alle lenticchie sue e amici come prima.

Oh Bompadre, io non so se c\'hai ragione o no. Di sicuro non sei quello che può discutere, soprattutto con questi toni. Te che con la Andreoni per prende manco una sedia, ma un banchetto traballante e senza una gamba, hai fatto più piroette di una trottola. Prima di aprire la bocca guardati bene allo specchio.<br />

Osimo in Comune

Commento sconsigliato, leggilo comunque