Castelfidardo: il voto sull\'area ex Nobili

01/06/2009 - Unanimità di voto sull\'area ex Nobili: la variante puntuale al Prg con la quale è stata mutata la destinazione d\'uso (da edificabile ad area per la sosta) è definitiva poiché non sono pervenute osservazioni nei 60 giorni di pubblicazione all\'albo pretorio.

Il Consiglio Comunale si è riunito in seduta ordinaria per discutere un ordine del giorno articolato su nove punti. Due di essi - le mozioni presentate da consiglieri d\'opposizione - sono stati tuttavia ritirati dopo ampia discussione.

Sono stati invece approvati alcuni punti di carattere amministrativo e urbanistico.



A seguito della costituzione del gruppo \"Popolo delle Libertà\" è stata modificata la composizione delle commissioni consiliari. E\' stata poi approvata dalla maggioranza l\'alienazione al prezzo simbolico di 120€ di un piccolo frustolo di terreno tra via Giolitti e Einaudi che non riveste alcun interesse pubblico e la variazione al bilancio di previsione, rideterminando i saldi come da nuovi criteri imposti dalla riformulazione del patto di stabilità per il triennio 2009/2011.



Le variazioni al bilancio corrente riguardano integrazioni agli stanziamenti di spesa corrente richieste dai singoli settori; sono state inoltre accertate maggiori entrate per € 2216.70 e la restante parte di fondi ammontanti ad € 9921.26 sono stati prelevati dal fondo di riserva ove rimane una disponibilità di oltre 90.000 €. Quanto alle variazioni in conto capitale e quelle a destinazione vincolata, è stata registrata una maggiore entrata di € 30.000 per contributi regionali a sostegno delle locazioni rigirando la medesima cifra con le stesse finalità.




Sono state poi apportate modifiche ai capitoli di spesa delle manutenzioni ordinarie e stanziati € 30.000 per la sistemazione straordinaria della viabilità con i fondi provenienti dalla chiusura della \"Castelfidardo servizi\". Unanimità di voto sull\'area ex Nobili: la variante puntuale al Prg con la quale è stata mutata la destinazione d\'uso (da edificabile ad area per la sosta) è definitiva poiché non sono pervenute osservazioni nei 60 giorni di pubblicazione all\'albo pretorio.




Stesso decorso per la \"variante al piano di recupero del settore urbano Le Cascine\", su cui la Provincia ha dato parere favorevole senza rilievi. Adottato anche il piano per la telefonia mobile in variante al piano regolatore vigente: l\'opposizione, tramite il consigliere Magi, ha chiesto un rinvio per meglio valutare alcuni punti, ma la maggioranza per voce del Sindaco Soprani, del capogruppo Angelelli e di Moreschi, ha sottolineato che il progetto, redatto da esperti a livello Nazionale, è stato volutamente impostato con una flessibilità articolata su due livelli.



Quello oggetto di discussione, individua una macroarea del territorio comunale dove potenzialmente possono essere installate le antenne; il livello attuativo consentirà poi al Comune di scegliere i siti specifici senza dover ricorrere ad un nuovo esame della Provincia, che ritarderebbe i tempi esponendosi al rischio di richiesta di risarcimento danni per inattività della struttura da parte delle compagnie telefoniche.



Quanto alle mozioni ritirate, in merito alla richiesta del capogruppo del Pdl Scattolini di modificare alcuni passi contradditori del \"regolamento comunale sulla tutela degli animali da affezione\", l\'assessore Nardella ha espresso infatti la volontà di riverificarlo e dare concretezza agli aspetti che non sono stati applicati. A firma dello stesso Scattolini e del rappresentante dell\'Unione Lorenzetti era stata inoltre chiesta una \"censura\" sulla negazione del diritto ad intervenire durante la seduta celebrativa del 14 maggio.



Il presidente del Consiglio Adamo, ribadendo più volte le proprie scuse, ha spiegato che la richiesta di Lorenzetti era avvenuta in un momento a suo parere inopportuno. La prassi che si è consolidata in occasione della cerimonia delle onorificenze, non prevede che sia data parola ai consiglieri per evitare di allungare i tempi, ma tutte le parti hanno manifestato l\'intenzione di fare chiarezza su questo aspetto in dissonanza con le norme di svolgimento del Consiglio.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-06-2009 alle 10:29 sul giornale del 01 giugno 2009 - 930 letture

In questo articolo si parla di attualità, castelfidardo, Comune di Castelfidardo