Lega Nord: il programma per le amministrative 2009

Lega Nord Marche 6' di lettura 14/03/2009 - Con la Lega Nord il cittadino si riappropria della cosa pubblica. Il voto alla Lega Nord garanzia di un Comune più efficiente ed attento ai bisogni dei cittadini, un parametro fondamentale è telematizzazione degli uffici. La realizzazione del programma avrà il suo giusto valore se appositamente accompagnato da azione di potenziamento dei sistemi di comunicazione e da procedure di trasparenza, continua informazione e confronto...

Con la Lega Nord il cittadino si riappropria della cosa pubblica. Il voto alla Lega Nord garanzia di un Comune più efficiente ed attento ai bisogni dei cittadini, un parametro fondamentale è telematizzazione degli uffici. La realizzazione del programma avrà il suo giusto valore se appositamente accompagnato da azione di potenziamento dei sistemi di comunicazione e da procedure di trasparenza, continua informazione e confronto. Ai cittadini devono essere garantiti la conoscenza e l\'accesso alle prestazioni e la trasparenza delle decisioni che ricadranno sull\'intera comunità. I cittadini devono essere parte attiva nel contesto di sviluppo e avere la possibilità di esprimere e portare all\'attenzione idee di miglioramento sui temi a noi cari e che toccano il paese intero.


Votare Lega Nord significa dare voce alla territorialità e alla identità che ci appartiene guardando in faccia il presente per un futuro migliore nella salvaguardia dei nostri prodotti.


*Programmazione in bilancio

Obiettivo l\'interesse pubblico, la salvaguardia del territorio, il soddisfacimento dei bisogni dei cittadini el\'offerta di servizi al minor costo per l\'utente. La gestione del bilancio sarà basata su criteri di trasparenza e chiarezza al fine di rendere partecipi i cittadini circa l\'attuazione dei programmi, ed un costante controllo di gestione per misurare in termini qualitativi e quantitativi i risultati raggiunti e di verificare il contenimento dei costi e l\'eliminazione degli sprechi. Perseguire l\'equità fiscale attraverso il recupero dell\'evasione e la rideterminazione delle tariffe base a criteri più razionali. Non possono più esistere canoni simbolici.


*La famiglia al centro dell\'azione amministrativa.

La Lega Nord riconosce alla famiglia il ruolo insostituibile di primo ammortizzatore sociale ed in quanto tale fonda la propria azione politica sul sostegno della stessa. Nodo primario della Lega Nord è tutelare le famiglie in tutti quei servizi ed interventi a domanda individuale in cui spesso si trovano prevaricati, se non esclusi, a causa di un\'ondata migratoria che si riversa sul sistema dei servizi sociali cittadini (uso ad esempio di pronto soccorso ospedaliero per patologie classiche da curare tramite il medico di famiglia; esclusione da asili per criteri di assegnazione che penalizzano di fatto i cittadini residenti ecc....). In questo senso intendiamo modificare tutti i regolamenti attuativi dell\'assegnazione dei servizi anche riguardo le tariffe e le eventuali esenzioni, privilegiando le famiglie e i cittadini residenti nel territorio comunale.


*Persone anziane

Le conseguenze dell\'invecchiamento della popolazione hanno una forte ricaduta sulla strutturazione dei servizi sociali; è quindi necessario ed urgente incrementare l\'attenzione alle esigenze della cittadinanza anziana. Più servizi a domicilio e di supporto specifico. Creazione di uno sportello over 65, punto di riferimento per tutto ciò che riguarda le risposte alla necessità delle persone anziane e alle loro famiglie.


*Giovani

Necessitano più che mai di ricostruire un patrimonio di valori certi che determinate tensioni sociali mettono a rischio e di un rafforzamento della propria identità culturale. Sviluppo di varie forme di aggregazione, che poco hanno a che fare con i centri sociali al fine di seguire un percorso di crescita nell\'inserimento del tessuto sociale. Incentivi per le locazioni per giovani artigiani ed imprenditori.


*Immigrazione e sicurezza

Combattere fermamente all\'immigrazione irregolare e diffondere la consapevolezza che non esiste la possibilità di vivere ai margini o sulle spalle della nostra società. Potenziamenti sul controllo degli affitti. Confisca degli immobili e sanzioni ai cittadini che danno ospitalità ad immigrati illegali. Reddito minimo di 5000 euro annuali per ottenere la residenza. Controllo accurato di tutte le richieste commerciali, paravento per attività illecite o veicoli di riciclaggio di denaro proveniente da attività criminose. Istituzione di un ufficio sicurezza che raccolga denunce e segnalazioni. Divieto assoluto di sosta per campi nomadi nel comune e frazioni. Potenziamento della vigilanza municipale e riqualificazione del vigile di quartiere. Evitare quartieri ghetto quali zona San Marco facendo si che l\'integrazione passi attraverso l\'inserimento degli extracomunitari e comunitari in tutti i quartieri della nostra cittadina. Chiusura dei call center alle ore 20:00. Controllo del territorio attraverso protocolli in stretta collaborazione con le forze di polizia e carabinieri. No alla costituzione di moschee su terreno pubblico. Applicazione del decreto Maroni, tramite associazioni di volontariato alle quali va riconosciuto un rimborso spese, sul tema ronde cittadine sulla falsa riga delle delibere e regolamenti delle città (tipo Verona) che già lo applicano e portano buoni risultati.


*Scuola

In ogni classe va definita una quota percentuale di bambini non italiani da inserire al fine di permettere agli insegnanti di seguire proficuamente la didattica senza creare situazioni di apprendimento a due velocità costringendo di fatto le famiglie a sostenere costi aggiuntivi per lezioni private.


*Territorio

Recupero del centro storico. Costituzione di giardini pubblici in ogni quartiere. Case popolari ai residenti, a giovani coppie, anziani e famiglie con disabili. Per quanto riguarda gli alloggi è necessario favorire cittadini residenti nell\'assegnazione di alloggi pubblici convenzionati. Costituzione di una cooperativa come punto di rifermento per le famiglie con bambini; tale cooperativa si occuperà del prelievo a scuola, pasto, compiti e socializzazione per i bambini stessi le cui famiglie hanno difficoltà logistiche e l\'impossibilità di tenerli in casa sino al rientro dal lavoro. Compartecipazione con sovvenzioni all’abbattimento delle barriere architettoniche.


*Settore agroalimentare

Sviluppare protocolli di intesa con le imprese agricole locali al fine di ridurre la filiera e portare il baricentro all\'acquisto dal produttore al consumatore tramite dei poli logistici. Favorire la crescita di nuove imprese agricole sul nostro territorio tramite consulenza, apporti tecnici e sgravi fiscali.


*Edilizia e decoro urbano

Non è possibile pensare a trasformazioni urbanistiche solo in termini di aumenti degli indici di fabbricabilità, la Lega Nord ritiene che il dimensionamento del piano comunale si debba fare sulla base delle reali tendenze demografiche e non su previsioni sproporzionate di crescita e sovradimensionamento; in ogni caso la concessione delle licenze edilizie deve essere assoggettata alla reale viabilità


da Luca Teoli

Consigliere provinciale
Lega Nord Marche


...

Programma Lega Nord per ammini...






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-03-2009 alle 18:21 sul giornale del 14 marzo 2009 - 873 letture

In questo articolo si parla di elezioni, politica, osimo, lega nord marche, lega nord





logoEV