Spacca a Osimo con il Comitato 16 settembre per discutere della crisi

incontro con Spacca 03/02/2009 - “Non ci sono zone o settori privilegiati ma la manovra anticrisi messa in campo dal Governo regionale coinvolge allo stesso modo tutte le Marche”: è intervenuto con queste rassicurazioni  il presidente, Gian Mario Spacca, ieri pomeriggio ad Osimo Stazione...

\"Non ci sono zone o settori privilegiati ma la manovra anticrisi messa in campo dal Governo regionale coinvolge allo stesso modo tutte le Marche\": è intervenuto con queste rassicurazioni il presidente, Gian Mario Spacca, ieri pomeriggio ad Osimo Stazione all\'incontro organizzato dal Consorzio Ancona Sud 16 settembre. Un appuntamento tenuto per analizzare, insieme con le istituzioni, lo stato del distretto duramente colpito dalla crisi economico finanziaria.


Il presidente Spacca ha voluto rassicurare sulle azioni messe in campo per affrontare le pesanti difficoltà di quest\'anno, \"interventi concreti e condivisi, veloci e integrati, efficaci in tutto il territorio delle Marche\". In questa fase congiunturale - ha aggiunto - gli istituti di credito sono stati sensibilizzati e hanno dimostrato la consapevolezza di essere fondamentali per il rilancio economico.


Cinque le priorità di governo per affrontare le difficoltà del 2009, ha ricordato il presidente: coesione sociale per i lavoratori e le famiglie; investimenti nelle infrastrutture; provvista finanziaria con la Banca Europea degli Investimenti; accelerazione della spesa del bilancio 2009. Misure flessibili adottate oggi dalla giunta regionale e che investono tutto il territorio colpito dalla crisi. In questi mesi, ha aggiunto, si valuterà infatti se sono misure sufficienti, altrimenti si interverrà con un\'ulteriore manovra in fase di assestamento di bilancio.


All\'incontro hanno partecipato oltre ai presidenti del consorzio Ancona Sud, il sindaco di Castelfidardo, il presidente della Camera di Commercio Giampaolo Giampaoli, il Cam con il suo presidente Franco Catena, il presidente del Consorzio Drom, Maurizio Dompè, rappresentanti sindacali e associazioni di categoria.


Il comitato di imprenditori, forte dell\'esperienza organizzativa nata per fronteggiare l\'alluvione del settembre 2006, si sta adoperando per rilanciare lo sviluppo economico del territorio e sostenere le tante aziende, piccole e medie, che lo costellano e che si trovano ora colpite dalla crisi economica.


Le aziende di questo distretto produttivo - sostiene il comitato - navigano a vista nel tunnel della crisi e chiedono sostegno alle istituzioni. Soprattutto chiamano a responsabilità il sistema creditizio.
\"Il sostegno alle piccole e medie imprese è la nostra priorità - ha rassicurato Spacca - e si traduce nella semplificazione, nella velocizzazione e nella ricerca della massima efficacia degli interventi che stiamo mettendo in campo attraverso questa manovra anticrisi\".