La lunga notte dei premi: le Civiche Benemerenze 2008

19/09/2008 - La lunga notte dei premi. Osimo ha celebrato mercoledì sera nel teatro La Nuova Fenice le proprie eccellenze.

La lunga notte dei premi. Osimo ha celebrato mercoledì sera nel teatro La Nuova Fenice le proprie eccellenze. \"Una città è composta in primis dai suoi cittadini e dalla loro intensa umanità, ha esordito il Vicesindaco Stefano Simoncini, presentatore della serata, per poi passare alla premiazione ufficiale, intervallata da brevi esibizioni del Mannheimer Quartet. Cinque le Civiche Benemerenze (Ass. Italiana per il Progresso della Cardiologia e della Cardiochirurgia - Sez. Osimo; Giovanni Catena; Don Guerriero Giglioni; Paolo Pierpaoli; Pasquale Romagnoli), sei le cittadinanze onorarie (Dott. Carlo Bianco, Dott. Giuseppe Di Eusanio, il Prefetto di Ancona Dott. Giovanni d\'Onofrio, P. Luigi Ilari, P. Giancarlo Mandolini, Prof. Ulrico Montefiore), sette riconoscimenti \"una vita per il lavoro\" (Sante Staffolani, Onoranze Funebri Vigiani, Francesco Cardinali, Elio Tonti, Francesca Colonnelli, Ada Silvestrini, Nazzareno Maracci), tre alla memoria (Mimmo Mancinelli, Sergio Sanseverinati, Paolo Angeletti), tre menzioni speciali (Parrocchia San Carlo, Ferdinando Sallustio, Andrea Tittarelli) e tre culturali (Fabio Pierpaoli, Marco Fagotti, Alberto Giuliodori), due borse di studio.


Sono stati inoltre annunciati i vincitori della 5° edizione del Premio Internazionale S.Giuseppe da Copertino la cui cerimonia si terrà nel Marzo 2009: il premio per la pace andrà all\'Opera Romana Pellegrinaggi, quello per la cultura al quotidiano Avvenire, per la solidarietà alla Nazionale Italiana Cantanti e Rotary Club. Premi speciali per Dionigi Tettamanzi, Arcivescovo di Milano, e per lo scrittore Vittorio Messori. Il 17 Ottobre invece una delegazione partirà da Osimo per portare all\'on.Giulio Andreotti il premio per la cultura assegnatogli nella scorsa edizione ma mai ritirato. In chiusura, il sindaco Latini ha salutato il pubblico: \"Questo è il mio ultimo discorso come Sindaco alla tradizionale cerimonia delle Civiche Benemerenze. Approfitto di questa occasione per rendere grazie a tutti quelli che hanno lavorato con me. Abbiamo agito sempre per il bene della città e siamo riusciti a far fronte a dieci anni di profondi cambiamenti. Chiedo scusa per gli eventuali errori che abbiamo fatto, e faremo, ma erano tutti in buona fede.\"







Questo è un articolo pubblicato il 19-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 19 settembre 2008 - 1535 letture

In questo articolo si parla di attualità, michela sbaffo