Cacciatore muore per errore, prima vittima della stagione venatoria

caccia 04/09/2008 - E\' la prima vittima della stagione venatoria che si è aperta stamattina. Giacomo Pesaresi, 51 anni, originario di Ancona e residente a Osimo, è stato colpito al torace per errore da un amico. L\'uomo era dipendente dell\'azienda di autotrasporti \'Zust-Ambrosetti\' presso la sede di Civitanova.



L\'uomo è rimasto ucciso per errore da un compagno durante una battuta di caccia nelle campagne della frazione di Candia, in via Piantate Lunghe. Sembra che i cacciatori fossero usciti in tre, e che uno di loro abbia scambiato i movimenti del compagno, appostato fra alcuni arbusti, per la presenza di selvaggina.


Sul posto è intervenuta la polizia, seguita dal magistrato di turno. Il compagno di Pesaresi, un 23enne, è stato portato in Questura assistito da un medico, dato il forte stato di shock di cui è rimasto vittima. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, erano circa le 6.30 quando il ragazzo, calatosi in un fosso, ha esploso per sbaglio alcuni colpi, almeno uno dei quali, ha raggiunto Pesaresi al torace ferendolo mortalmente. L\'uomo si è accasciato a terra, subito soccorso dai compagni, che hanno allartato il 118. Trasportato all\'ospedale regionale di Torrette, Pesaresi è morto alle 7.45.






Questo è un articolo pubblicato il 04-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 04 settembre 2008 - 1127 letture

In questo articolo si parla di cronaca, caccia, giulia mancinelli, ancona