CNA di Osimo: non fermarsi al bypass

3' di lettura 29/05/2008 - La CNA di Zona Sud di Ancona sottolinea che dopo aver risolto le problematiche dell\'Aspio e della rotatoria di San Rocchetto a Castelfidardo, il vero nodo ora diventa una nuova strada a scorrimento veloce tra Ancona e Macerata che permetta di evitare via Marco Polo ad Osimo.


Secondo la CNA di Osimo, la nuova viabilità dell\'Aspio è un ulteriore passo verso una razionalizzazione della viabilità della Zona Sud di Ancona. L\'associazione sottolinea che dopo aver risolto le problematiche dell\'Aspio e della rotatoria di San Rocchetto a Castelfidardo, il vero nodo ora diventa una nuova strada a scorrimento veloce tra Ancona e Macerata.


Ad oggi sono due le problematiche affrontate dall\'attuale amministrazione provinciale in Zona Sud per quanto concerne la viabilità: la rotatoria di San Rocchetto e il nuovo bypass dell\'Aspio. Rimangono però molti i punti di pericolo in una zona ad alta densità abitativa, ma soprattutto con la presenza di zone industriali importanti che ogni giorno muovono migliaia di mezzi leggeri e pesanti per il trasporto di merci. Per tale ragione, per la stessa sicurezza dei lavoratori, occorre continuare sulla strada intrapresa. Secondo l\'associazione di categoria degli artigiani, il nodo principale da affrontare è una soluzione che permetta di collegare Ancona a Macerata senza passare per via Marco Polo.


La famigerata strada di bordo, proposta da lungo tempo dall\'amministrazione osimana, è risultata, secondo i pareri della Commissione Provinciale, non realizzabile nella sua interezza. I motivi sono numerosi e più di una volta anche la nostra associazione ha ribadito la sua perplessità su questa opera. Nonostante ciò occorre che Provincia e Comune trovino un accordo per una possibile soluzione che permetta di affrontare un problema reale sentito da tutta la comunità osimana ed in particolare dal mondo produttivo che necessità di vie di comunicazioni sicure e veloci. Per tale ragione auspichiamo un ritorno al tavolo tra le varie parti in causa, evitando polemiche strumentali che in questo momento rischiano semplicemente di penalizzare i cittadini osimani.

\"La nuova viabilità all\'Aspio è un altro positivo intervento della provincia. La strada è quella giusta - commenta Maurizio Bertini, Segretario della CNA di Zona Sud di Ancona - ma deve essere percorsa fino in fondo. I problemi di viabilità in questa zona, infatti, sono molti ed il primo sulla lista è sicuramente una nuova bretella per la Settempedana che permetta di saltare via Marco Polo ad Osimo. La viabilità Ancona - Macerata rischia di strozzare la città di Osimo. La strada di bordo è un progetto con troppi ostacoli e che presenta troppe problematiche di difficile soluzione: non è pensabile costruire una nuova strada con a fianco centinaia di abitazioni, ad Osimo occorre una strada ad alto scorrimento. La strada di bordo rischia di diventare una battaglia ideologica che non condividiamo. Secondo la CNA di Zona Sud di Ancona - conclude Bertini - occorre che Comune e Provincia, mettendo da parte le polemiche inutili, riflettano sulle possibili soluzioni da mettere in campo, tenendo conto che la città non vuole più assistere ad inutili e strumentali polemiche che non aiutano sicuramente a far scorrere il traffico cittadino\".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-05-2008 alle 01:01 sul giornale del 28 maggio 2008 - 1055 letture

In questo articolo si parla di attualità, cna





logoEV