Prg, Latini: I consiglieri comunali in conflitto di interesse non possono votare il PRG

2' di lettura 23/04/2008 - Chi vota commette un evidente violazione di legge in danno non solo del provvedimento amministrativo ma anche di tutti gli interessi pubblici e privati insiti nello stesso.

Per quanto riguarda il Piano Regolatore Generale del Comune di Osimo si precisa quanto segue

I consiglieri comunali in conflitto di interesse non possono votare il PRG.

Chi vota commette un evidente violazione di legge in danno non solo del provvedimento amministrativo ma anche di tutti gli interessi pubblici e privati insiti nello stesso.

Sotto questo profilo questa volta l\'Amministrazione Comunale non derogherà in alcun modo e segnalerà immediatamente l\'eventuale voto espresso in conflitto di interessi, sia davanti alla magistratura penale che a quelle amministrativa e civile.

Infatti si parte dal presupposto incontrovertibile che i consiglieri comunali interessati votino con la piena conoscenza tutte le norme in materia e quindi con la consapevole volontà di provocare eventuale danno non solo all\'Amministrazione Comunale , ma al comune e all\'intera città.

Del resto nelle altre votazioni i consiglieri comunali non hanno partecipato al voto.

L\' Amministrazione Comunale in ogni caso uscirà in maniera positiva dalla questione.

Infatti se tutti i consiglieri comunali in conflitto di interesse correttamente si asterranno dalla votazione, il Piano Regolatore Generale del Comune di Osimo sarà approvato.

Al contrario, qualora gli stessi consiglieri, a fini strumentalmente politici votassero contro l\'approvazione del PRG, ogni responsabilità prima di tutto politico-amministrativa e poi giudiziaria ricadrà su di loro.

Non certamente sull\'Amministrazione Comunale che potrà dire di aver compiuto tutto quanto fosse in suo potere.






Questo è un articolo pubblicato il 23-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 23 aprile 2008 - 1270 letture

In questo articolo si parla di osimo, dino latini, Comune di Osimo





logoEV