Camerano: fare affari in rete conviene

2' di lettura 19/04/2008 - Sono numerosi gli imprenditori della provincia di Ancona che si sono messi in rete per andare all\'estero. Gli stessi, protagonisti delle reti nel settore della meccanica, illustrano la loro esperienza nel corso di un convegno organizzato dalla Confartigianato per  domenica 20 aprile  alle ore 9.30 presso la sala dibattiti del Comune di Camerano.

Sono numerosi gli imprenditori della provincia di Ancona che si sono messi in rete per andare all\'estero. Gli stessi, protagonisti delle reti nel settore della meccanica, illustrano la loro esperienza nel corso di un convegno organizzato dalla Confartigianato domenica 20 aprile alle ore 9.30 presso la sala dibattiti del Comune di Camerano.

La metalmeccanica è un settore chiave per le Marche e la provincia di Ancona tanto che si parla di vero e proprio distretto.


Le nostre imprese, ha dichiarato Valdimiro Belvederesi presidente della Confartigianato provinciale di Ancona, hanno subito una crisi forte ma ci auguriamo che il peggio sia passato. Sono aziende che le difficoltà hanno reso più forti e competitive anche nei mercati esteri, perchè hanno saputo innovare, aumentare la produttività e la qualità dei prodotti.


Oggi più che mai prima di vendere il prodotto bisogna entrare nella mente del cliente. Per cui le imprese sono diventate sempre più attente alla fase di ideazione, design e poi di servizio soprattutto postvendita.


Nelle Marche il settore manifatturiero rappresenta un terzo del valore aggiunto (il 30,8% contro il 26,9% a livello nazionale), ed in particolare la provincia di Ancona trae dal settore manifatturiero una ricchezza persino superiore alla media regionale. La struttura del settore della provincia è basata sulla presenza di una miriade di piccole e medie imprese, che rappresentano il vero motore dell\'economia provinciale.


Tra queste, le imprese artigiane rappresentano il 30% del totale delle imprese della provincia ed il 70,65% di quelle manifatturiere.


Sono 300 le piccole imprese iscritte alla Confartigianato provinciale di Ancona, aziende che contano più di 10 dipendenti e danno lavoro in totale a circa 6.000 persone. Il nostro gruppo \"piccole imprese\" si è costituito 4 anni fa , ha un direttivo composto da 15 aziende rappresentative di vari settori.


Le imprese artigiane metalmeccaniche sono 1.300 di cui 800 iscritte alla Confartigianato. La Confartigianato rappresenta il 60 % delle imprese della meccanica.


Al convegno dal titolo \" le reti di impresa: il modello Confartigianato. \" piccolo è bello e più competitivo all\'estero\", prendono parte Valdimiro Belvederesi presidente della Confartigianato provinciale di Ancona, Giacomo Marincioni presidente Confartigianato Meccanica, Sergio Mustica presidente gruppo Piccole Imprese Confartigianato, Giancarlo Sagramola Vicepresidente provincia di Ancona, Bruno Panieri funzionario Confartigianato nazionale, Raimondo Orsetti dirigente servizio internazionalizzazione Regione Marche, Paolo Paletti consulente per l\'internazionalizzazione Confartigianato, Giorgio Cataldi segretario della Confartigianato provinciale di Ancona.






Questo è un articolo pubblicato il 19-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 19 aprile 2008 - 1050 letture

In questo articolo si parla di confartigianato, osimo, ancona