L'ultimo saluto a ''Gianni'' Fattorini, il presidente tifoso

2' di lettura 30/11/-0001 -
Una cerimonia sobria e composta ha omaggiato con un ultimo saluto Giovanni Fattorini, titolare dell’omonimo storico emporio di Corso Mazzini ed ex-presidente della società cittadina di pallacanestro Robur Basket, spentosi lo scorso martedì sera all’età di 87 anni.

di Michela Sbaffo
redazione@vivereosimo.it


Una cerimonia sobria e composta ha omaggiato con un ultimo saluto Giovanni Fattorini, titolare dell’omonimo storico emporio di Corso Mazzini ed ex-presidente della società cittadina di pallacanestro Robur Basket, spentosi lo scorso martedì 5 Febbraio all’età di 87 anni.

Fiori bianchi sulla bara deposta ai piedi dell’altare della Cattedrale di San Leopardo, un trionfo di stelle di Natale a incorniciare la balaustra del presbiterio: rosso intenso, come la passione di “Gianni” in tutto ciò che faceva, in particolar modo per lo sport più amato, la pallacanestro; rosso, come il maglione che per scaramanzia indossava come portafortuna a tutte le partite della Robur.

In tanti hanno voluto ricordare, partecipando giovedì 7 al suo funerale, colui che ha scritto una pagina dello sport cittadino guidando la società per ben quattordici anni, dal 1968 al 1982: non potevano mancare i ragazzi della Edilcost Osimo, guidati dal coach Franco Ciani, lo staff Robur, tra cui Carlo Di Cosimo general manager, l’amministratore delegato Gianni Santilli, Paolo Bianconi del settore giovanile, e infine ex-giocatori, come i dottori Achille Ginnetti e Aniello Foria.

E assieme a loro una folla ha riempito l’intero Duomo e si è stretta attorno a Maria, moglie di Giovanni, e ai loro figli, Fabrizia e Fabio, e ai nipoti. Per loro Don Flavio Ricci ha scelto dal Vangelo parole di conforto e speranza, la parabola di Lazzaro resuscitato da Gesù.

“La morte di una persona cara deve farci riflettere su come possiamo utilizzare al meglio la nostra vita” –Don Flavio durante l’omelia cerca lo sguardo dei parenti di Giovanni e Fabio tiene stretta a sè la madre per tutta la funzione– “Molti scelgono di vivere rinchiudendosi nel proprio guscio, Giovanni invece ha sentito il bisogno di darsi agli altri conquistando l’affetto di tutti voi che siete qui.”






Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 11 febbraio 2008 - 2021 letture

In questo articolo si parla di





logoEV