Offagna fino al 28 terra di Visione e di Sogno

2' di lettura 30/11/-0001 -
La città torna a rivivere il periodo medioevale accogliendo personaggi storici e fantastici che si alternano in spettacoli, giochi e avventure che, una volta erano i sapori e le tradizioni tipiche di un tempo.

di Lorenzo Possanzini
lorenzo.possanzini@vivereosimo.it


La redazione di Vivere Osimo si è trovata a passeggiare tra le vie di una suggestiva Offagna di fine 1300 tra dame, cavalieri, maghi, giullari,artigiani e chiromanti.

Si, proprio così, per ben otto giornate – dal 21 al 28 c.m. - la città torna a rivivere il periodo medioevale accogliendo personaggi storici e fantastici che si alternano in spettacoli, giochi e avventure che, una volta erano i sapori e le tradizioni tipiche di un tempo.

Tra le mille bandiere, l’atmosfera colorata dai costumi e dalle luci delle fiaccole fanno capolino il mercato delle arti e dei mestieri, il vicolo delle cartomanti e le taverne, luoghi di ritrovo di cantastorie e menestrelli.

Ogni sera sono presenti spettacoli diversi, tra i più significativi si ricordano quelli del 23 e del 24 dove alle 21 si terrà la disfida in armi: la “Contesa della Crescia”. Al punteggio ottenuto nella prima sera si somma quello della seconda, così sul campo sarà proclamato il Rione vincitore che conquisterà l’ambito palio che, avrà diritto di esporre il proprio “pennone” sulla rocca in segno di superiorità e rispetto.

Giovedì 26, alle 21.30 ci sarà la fastosa cena medievale dove, si potranno degustare piatti medievali allestita per il trionfo del Rione vincitore. Sabato 28, si concluderà il tutto con un grandioso spettacolo di fiochi artificiali.

Un ringraziamento particolare va alla Pro Loco di Offagna e al Vice Presidente Salvatore Moffa, organizzatore e trainer di tutti gli spettacoli.
















Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 24 luglio 2007 - 2128 letture

In questo articolo si parla di





logoEV