Novità “in cantiere”: edili ed impiantisti a lezione

30/11/-0001 -
Lunedì 26 seminario di Confartigianato per le aziende di Osimo: si parlerà di novità fiscali e di risparmio energetico. Nuove norme contro gli infortuni, patentino obbligatorio per montare le impalcature...

da Confartigianato Ancona


L’edilizia è il settore che paga il tributo maggiore agli infortuni sul lavoro.

Una buona parte di essi è dovuta alle cadute dai ponteggi. Proprio per cercare di arginare il fenomeno ed investire in sicurezza, le nuove norme del settore edile prevedono un “ patentino” obbligatorio per chi allestisce i ponteggi.

La qualifica si ottiene con un corso teorico-pratico: la Confartigianato ne ha già realizzati alcuni altri sono in fase di organizzazione.

Per lunedì 26 febbraio alle ore 18.30 presso la sede Confartigianato di Via Fioretti ad Ancona (zona Baraccola) si terrà un incontro per le aziende di Osimo e dei comuni limitrofi nel corso del quale verranno affrontati i temi relativi alla normativa di sicurezza nei lavori edili (patentino obbligatorio per il montaggio e smontaggio dei ponteggi e PiMUS), delle molte novità fiscali inserite in finanziaria ed inoltre di nuove tecniche per eseguire “controlli e prove non distruttive” su edifici ed impianti.

In cantiere anche altre novità: le nuove leggi hanno già istituito “l’attestato di qualificazione energetica” ma in futuro prevederanno una vera e propria certificazione energetica degli edifici; è evidente a tutti come il risparmio dell’energia sia già una delle maggiori sfide per le società occidentali, che vedono le loro economie rallentate dagli alti costi delle fonti. Inoltre, grandi modificazioni ci saranno anche sul modo di intervenire sugli edifici ed impianti già esistenti e sulle relative manutenzioni.

Di tutto questo si parlerà insieme ai tecnici della “ICARUS Controlli ed Ispezioni” di Falconara.

Nell’occasione si parlerà anche degli ultimi chiarimenti forniti dal Ministero delle Finanze e dall’Agenzia delle Entrate per quanto riguarda le novità su come compilare le fatture quando i clienti chiedono la detrazione Irpef del 36% per le ristrutturazioni (ed impianti), sulle detrazioni del 55% per caldaie a condensazione e pannelli solari e sugli altri interventi di riqualificazione energetica, sull’emissione di fatture ai condomini e sul Reverse Charge dell’IVA.




Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 24 febbraio 2007 - 1233 letture

In questo articolo si parla di