Imesa Osimo, Cioppi: ''Dopo le feste, battaglia per i playoff''

30/11/-0001 -
La Robur ha chiuso il 2006 con una pesante sconfitta a Ferentino, 96-81. Sul risultato hanno pesato i 4 supplementari contro Pistoia...

da Imesa Osimo
www.gsroburosimo.it


Nonostante la pesante sconfitta subìta dall’Imesa Osimo a Ferentino, 96-81, peggior scarto negativo stagionale, la formazione allenata da Stefano Cioppi si conferma al terzo posto, in compagnia di altre sei squadre (Power Dry Pistoia, Bawer Matera, Cuomo Latticini Latina, MontepaschiVita Siena,Igea Sant’Antimo, Banca Nuova Trapani).

La battuta d’arresto incassata in terra laziale, stando alle dichiarazioni dell’head-coach osimano, è frutto “di una buona prestazione del Ferentino e della stanchezza che i miei uomini hanno accusato sul finire del terzo parziale e soprattutto nell’ultimo quarto, stanchezza figlia dei quattro tempi supplementari disputati contro Pistoia lo scorso mercoledì e di un viaggio non agevole”.

A parziale scusante dell’inattesa sconfitta esterna, l’assenza di Gurini, il giocatore al momento più forma dell’Imesa, prima che un infortunio rimediato nei minuti finali del match casalingo contro Pistoia (ginocchiata dell’ala toscana Mike Gizzi al quadricipite femorale della guardia osimana) lo fermasse proprio alla vigilia di una gara così importante come quella di Ferentino.

L’indisponibilità di Gurini, l’infortunio a Panichi nel corso della gara di Ferentino, e le non ottime condizioni fisiche di Rezzano e Calbini, alle prese entrambi con degli affaticamenti muscolari, non hanno permesso a Cioppi di schierare una squadra in grado di competere con un Ferentino mentalmente trasformato dalla cura-Zorzi, tanto da prestare il fianco alla compagine laziale, cedendo i due punti in palio in modo inopinato. Una prestazione da dimenticare in attacco e vuoti di memoria in difesa, soprattutto sul finire del terzo quarto e per tutta la durata dell’ultimo parziale, hanno finito per decretare il successo del Ferentino.

“Ora –ha commentato Cioppi- durante queste festività natalizie contiamo di recuperare tutti gli infortunati oltre ad una condizione mentale che alla ripresa dei lavori dovrà essere al top, perché il girone di ritorno sarà una continua battaglia, senza esclusione di colpi da parte di tutte le partecipanti al girone B, per la conquista di un posto nei playoff; playoff che dobbiamo conquistare il prima possibile”. La squadra osimana, a riposo a partire dalla vigilia di Natale, tornerà a lavorare al PalaBaldinelli già dal primo gennaio 2007.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 28 dicembre 2006 - 1021 letture

In questo articolo si parla di sport, imesa osimo, stefano cioppi