Imesa Osimo, Cioppi: ''Battere Pistoia per consolidare la classifica''

30/11/-0001 -
Il tecnico della Robur analizza il prossimo impegno casalingo contro la Power Dry in programma mercoledì, alle 20.30, al PalaBaldinelli.

da Barfly


“Vogliamo continuare a sorridere”. Questo l’input che lancia il coach dell’Imesa Osimo Stefano Cioppi in vista dell’incontro casalingo con la Power Dry Pistoia, in programma mercoledì 20 dicembre, alle 20.30, al PalaBaldinelli, quale gara di recupero della dodicesima giornata di andata.

L’Imesa affronterà questa partita forte del successo interno colto domenica pomeriggio contro la Tlc Italia Palestrina (93-80), mentre la Power Dry Pistoia si presenterà con una sconfitta esterna da cancellare, subìta ad Atri (93-89).

In classifica Imesa Osimo e Power Dry Pistoia hanno gli stessi punti, 14, che valgono rispettivamente la settima e la sesta posizione, con i toscani che vantano una migliore differenza canestri, +101 rispetto al +35 del team osimano.

Inoltre, mercoledì sera si affronteranno le due migliori difese del campionato: 902 i punti incassati dall’Imesa e 904 quelli dal Pistoia, mentre gli attacchi sono tra i peggiori del girone B: ultimo quello dell’Imesa, con 937 punti realizzati, terz’ultimo quello del Pistoia, con 1.005 punti fatti. Dati tutti da confermare considerato che entrambe le squadre hanno disputato una partita in meno, quella che si giocherà, per l’appunto, dopodomani.

“Di sicuro –ha aggiunto Cioppi, parlando del confronto con il Pistoia- mi aspetto un gruppo ferito. La Power Dry è squadra costruita per salire in LegaDue, poi una serie di concomitanze, ultima la partenza di Pol Bodetto, approdato a Treviglio, e poi il recente infortunio a Chiaramello, hanno relegato la formazione toscana nel gruppo di chi, come noi, si trova a lottare per conquistare la salvezza, che quest’anno arriverà con l’accesso ai play off. Inoltre, del Pistoia dovremo temere la forza della disperazione che ti assale quando hai incassato una sconfitta”.

“Per quanto ci riguarda –ha precisato Cioppi- dobbiamo ricordarci degli errori commessi in difesa contro il Palestrina per cercare di non ripeterli, mentre in attacco abbiamo trovato la via giusta, anche se ogni gara presenta le sue belle difficoltà. Il Pistoia, senza Pol Bodetto e Chiaramello (il quale, essendo alle prese con uno stiramento al polpaccio, dopo Atri salterà anche il confronto con noi), si trova a difendere le plance con due lunghi leggeri, come Toppo e Masieri, con quest’ultimo che è particolarmente pericoloso in quanto gioca bene fronte a canestro ed è dotato di un ottimo tiro.
Inoltre, il team toscano può far leva su una importante batteria di tiratori come Bertolazzi, Gizzi e Cinciarini. Le nostre difficoltà saranno legate agli accoppiamenti difensivi e dal dover affrontare una squadra con un tasso di talento superiore a quello del Palestrina. Questo è quanto –ha concluso Cioppi- ribadendo il concetto che lotteremo fino alle stremo delle forze per continuare a sorridere, conquistando un altro successo prezioso in ottica salvezza-play off”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 19 dicembre 2006 - 893 letture

In questo articolo si parla di sport, imesa osimo, stefano cioppi